Anche Latina scende in campo per combattere gli sprechi alimentari. Come? Semplice, attraverso una app comodamente installata sul proprio smartphone.
Intuitiva, conveniente e con un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale: così potrebbe essere sintetizzata la nuova Too Good To Go, l'applicazione antispreco che si pone un unico grande obiettivo, ossia mettere in contatto ristoratori e commercianti di prodotti freschi con i consumatori. Questo contatto avviene tramite le Magic Box, delle borse proposte quotidianamente dagli esercenti e con una selezione "a sorpresa" di prodotti e piatti freschi, rimasti invenduti a fine giornata e che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo.


Insomma, si evitano gli sprechi, i commercianti vendono ciò che altrimenti avrebbero scartato e gli utenti possono acquistare prodotti a prezzi vantaggiosi. Ma può funzionare un'app del genere? Sì, e lo si può dare per assodato, visto che è già attiva in 14 Paesi d'Europa, dove viene utilizzata da oltre 20 milioni di utenti, più di 45mila negozi aderenti, per un totale di 37 milioni di Magic Box vendute. Insomma, numeri da capogiro per Too Good To Go, che non solo ha abbattuto gli sprechi, ma ha persino permesso di evitare l'emissione di oltre 90 milioni di chili di CO2. E come sta andando in Italia? Too Good To Go, nel Bel Paese, in un solo anno ha conquistato oltre un milione di utenti e venduto 700mila Magic Box grazie agli oltre 4.000 negozi aderenti.


«Il lancio ufficiale su Latina è un'altra tappa della strategia che punta a ridurre gli sprechi alimentari, soprattutto durante il periodo estivo, perseguendo una visione totalmente all'insegna della sostenibilità - spiega Eugenio Sapora, Country Manager Italia di Too Good To Go - Il nostro obiettivo non è soltanto limitare sprechi di cibo e risorse in città, ma anche sensibilizzare gli utenti sull'importanza di un consumo consapevole, assicurando un notevole risparmio e riavvicinandoli agli esercizi commerciali di prossimità, in tutta sicurezza».


E la app è davvero semplice da usare: gli esercenti possono inserire facilmente la disponibilità di box, senza specificare che tipo di prodotti saranno presenti all'interno, basandosi sugli invenduti della giornata; gli utenti, per ordinare una Magic Box, devono soltanto accedere alla app su smartphone e geolocalizzarsi per individuare i locali aderenti. Infine, per ritirarla non bisogna far altro che recarsi al negozio nella fascia oraria specificata - generalmente poco prima della chiusura, evitando così i momenti di massima affluenza. Inoltre il pagamento della Magic Box avviene direttamente in app, garantendo il rispetto del distanziamento sociale ed evitando lo scambio di cartamoneta.


Sono tanti i locali di Latina che aderiscono all'iniziativa: c'è il Panificio Russo, le pizzerie al taglio La Rustichella e Alice Pizza, il Bar Poeta (cucina e pinseria romana), La Gusteria Micro-Market in Piazza del Popolo e NaturaSì, la più importante catena di supermercati specializzata nella vendita di prodotti alimentari biologici e naturali.
«Un'idea brillante per una iniziativa lodevole - la definisce il Sindaco di Latina, Damiano Coletta - Questo progetto non solo mette in moto un circuito virtuoso che contrasta gli sprechi alimentari, ma induce ognuno di noi a una preziosa riflessione. Ci rende infatti consapevoli che è importante avere comportamenti sostenibili anche nell'alimentazione. La sostenibilità è un tema particolarmente caro all'Amministrazione di Latina, spero che un simile progetto possa aiutare a sensibilizzare cittadini ed esercenti».