"Desidero esprimere un sincero apprezzamento per l'andamento della discussione e della successiva votazione, nel corso del Consiglio comunale odierno, sul primo degli assestamenti di Bilancio 2020 del Comune di Latina". Così, il sindaco Damiano Coletta ha commentato l'apporvazione del Bilancio in Consiglio comunale.

"Con l'approvazione di questo assestamento si dà concretamente il via alle misure economiche che il Comune sta mettendo in campo in favore della comunità in seguito all'emergenza Covid-19. Si tratta di misure il cui indirizzo politico è stato definito anche sul Tavolo "Latina per Latina" e oggi il voto favorevole all'unanimità dei presenti, opposizione compresa, testimonia come sia possibile fare politica in maniera condivisa sui temi che interessano il bene comune. Tutto ciò assume un valore ancora più profondo poiché è stato fatto nel ricordo del Dott. Giuseppe Manzi che in questo Bilancio ha svolto un lavoro fondamentale. Da primo cittadino ringrazio tutti i componenti del Consiglio comunale e auspico che la sensibilità dimostrata oggi dall'intera Assise continui a manifestarsi anche in futuro in questo lungo e delicato percorso che ci porterà, si spera il prima possibile, definitivamente fuori dalle emergenze sociali ed economiche provocate dal Covid-19"

A spiegare nel dettaglio cosa prevede l'atto approvato, ci ha pensato nel suo intervento l'assessore Proietti: "Nella Commissione Bilancio di martedì 4 agosto è stato presentato il primo degli assestamenti di Bilancio 2020 del Comune di Latina. Il Decreto Rilancio (divenuto legge del 17 luglio scorso) ha previsto, infatti, il differimento al 30 settembre 2020 della deliberazione sulla salvaguardia degli equilibri generali di Bilancio, per cui sarà necessario, a breve, un ulteriore assestamento, che, insieme con la verifica degli Equilibri, dovrà essere approvato dal consiglio entro e non oltre il 30 settembre prossimo, consapevoli che politicamente ci siamo impegnati ad ascoltare anche il Tavolo Latina per Latina che quindi dovrà essere riconvocato al più presto. Nonostante le minori entrate dovute fondamentalmente alla pandemia, si è raggiunto l'equilibrio senza rischiare alcun dissesto e ancora una volta si investe perché si possa ripartire, con prudenza e attenzione".

Le minori entrate rispetto alle previsioni del Bilancio di previsione, per l'anno 2020, sono stimabili circa 4 milioni di euro, suddivisi in:
1.400.000 di IMU;
250.000 di ICP;
1.700.000 di addizionale IRPEF;
330.000 di TOSAP;
202.000 di Tari giornaliera;
130.000 di diritti sulle pubbliche affissione.

"Una particolare attenzione meritano i quasi 200.000 euro di mancate entrate dalle rette di frequenza degli asili nido. Cifra che va inserita nel computo dello sforzo enorme del servizio pubblica istruzione per continuare a garantire un servizio educativo e didattico alleggerendo le famiglie dalle spese. Una politica che non deve passare inosservata. Rispetto alla gestione degli impianti sportivi, incassiamo 70.000 euro in meno rispetto alle previsioni. Anche questa cifre va calcolata nell'investimento che operiamo comunque nel garantire gli stessi servizi avendo così meno entrate. Il decreto rilancio (DL 19 maggio n°34) ci ha elargito un fondo per l'esercizio delle funzioni fondamentali degli enti locali, (articolo 106) che comunque non compensa tutte le minori entrate, ma comunque, con la necessaria prudenza, ci permette di assestare il bilancio, che con lo slittamento delle quote capitali dei mutui MEF, CDP e Credito Sportivo, permette quei necessari investimenti e quelle spese necessarie per ripartire. La maggior parte degli indirizzi politici di questo assestamento sono stati pensati dopo l'ascolto integrato al Tavolo Latina per Latina". Si tratta di:

350.000 per la manutenzione straordinaria delle scuole
100.000 per l'acquisizione di nuovi spazi temporanei per le scuole
165.000 per l'acquisto di DPI
250.000 per l'incremento di micromobilità, sostenibile

"E, fondamentale, 836.500 euro per la riduzione della TARI per le attività chiuse e parzialmente chiuse, per le famiglie in difficoltà calcolata per il reddito, e per le associazioni del terzo settore e di volontariato, secondo la disposizione ARERA, che avremo modo presto di presentare a questo consiglio. L'avanzo viene investito per 2.137.277,40 euro, reinserendo i fondi per l'art Bonus, investendo 150.000 euro per gli interventi di manutenzione e arredo parchi e giochi, ancora inserendo altri 301.219,65 euro per la manutenzione delle strade e reinserendo i fondi ottenuti per la riqualificazione del centro Al Karama aggiungendo la quota di 90.000 come compartecipazione del comune. Come assessore al Bilancio, Finanze e Tributi del Comune di Latina, mi permetto di ringraziare tutti voi, Consiglieri, per il rispetto, la cura e l'attenzione che avete avuto in questi giorni per la scomparsa del dott. Giuseppe Manzi, un rispetto che è emerso nell'anteporre alle nostre pur rispettabili e importanti visioni politiche, un silenzio elegante e dignitoso, proprio di chi sa distinguere i confini del proprio ruolo, come lo stesso Giuseppe Manzi ha testimoniato nella sua attività professionale. Ancora Grazie".