Oggi in Consiglio Comunale è stata approvata la modifica del vigente regolamento di Polizia Urbana ed in particolare tra le diverse modifiche apportate al regolamento, le novità introdotte con i "Patti per l'attuazione della Sicurezza Urbana" mi hanno consentito di riportare all'attenzione dell'Assise Comunale il problema della sicurezza sulla Marina di Latina.

"Questo rappresenta per me un tema di cui ho ravvisato immediatamente l'importanza e la criticità appena ho iniziato ad indirizzare la mia azione politica primariamente sulla marina di Latina in seguito al mandato conferitomi dal sindaco - spiega il consigliere comunale delegato alla Marina, Maria Grazia Ciolfi - un tema che ho sempre posto in cima alle mie priorità riportando continue sollecitazioni in merito a questo argomento all'esecutivo dell'amministrazione, con gli strumenti che il mio ruolo di Consigliera mi consente di utilizzare, è un tema su cui la mia attenzione è sempre stata massima come purtroppo testimoniato anche dall'esito delle indagini condotte dai Carabinieri sul grave atto intimidatorio di cui io e la mia famiglia siamo stati vittime lo scorso settembre".

"Oggi approvando l'introduzione dei Patti per la Sicurezza Urbana ci dotiamo di un ulteriore strumento per fronteggiare i problemi di sicurezza sul nostro territorio, a mio avviso raggiungendo una duplice valenza, infatti se da un lato rappresentano uno strumento per implementare e cristallizzare la sinergia tra cittadinanza e amministrazione e tra Istituzioni e Forze dell'Ordine attraverso i Patti tra Sindaco e Prefetto, dall'altro costituiscono uno strumento di supporto alla Polizia Locale che si trova ad operare tutt'ora in condizioni di grave carenza di organico, che non consente una adeguata organizzazione degli interventi e garanzia della sicurezza su un territorio così vasto e complesso quale è quello del comune di Latina".

"Rispetto a questa problematica ho rinnovato l'invito all'Assessora e Vice Sindaco Maria Paola Briganti di lavorare nell'ambito della sua duplice delega di responsabile del personale e della sicurezza, per colmare questo vuoto e sono felice che abbia accolto la mia proposta.

Al tempo stesso ho proposto al Consiglio Comunale di considerare l'opportunità di introdurre proprio la sicurezza sulla Marina di Latina come tema da trattare all'interno di questi Patti che si prefiggono come finalità la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di criminalità attraverso interventi di prossimità nelle zone maggiormente interessate a fenomeni di degrado , la promozione della legalità, del rispetto del decoro urbano, dell'inclusione e della protezione e solidarietà sociale, attraverso i Patti tra Sindaco e Prefetto, la collaborazione con associazioni di volontari, l'installazione di sistemi di videosorveglianza. Da quanto detto è chiaro che la Marina di Latina rappresenti un territorio con le caratteristiche  ideali per giovare di tali sinergie".

"La marina di Latina infatti è caratterizzata da due momenti di maggiore criticità, diversi ed antitetici tra loro, infatti abbiamo  il periodo estivo in cui aumenta in maniera esponenziale la popolazione temporaneamente residente sulla marina per l'afflusso turistico, come pure gli afflussi giornalieri del turismo mordi e fuggi, ed un incremento esponenziale delle attività commerciali, da quelle legate alle balneazione e di tipo turistico ricreativo, a quelle legate alla ristorazione , alla ricettività,  attività commerciali varie ed il trasferimento della movida dal centro città sul litorale, divenendo quasi una città nella città; è chiaro che un tale rapido incremento della popolazione e delle attività necessita di una importante azione di controllo per garantire la sicurezza dei cittadini, il rispetto delle regole nella viabilità, il rispetto delle regole nell'esercizio delle attività commerciali limitando anche attività abusive che in un contesto di così ampia vivacità sociale e commerciale potrebbero trovare più facilmente spazio, nonché per tutelare chi opera nel pieno rispetto delle regole e per fornire servizi ottimali ai cittadini. Dal 15 settembre in poi e per tutto il periodo invernale, ci troviamo invece ad affrontare una situazione paradossalmente inversa,  la nostra marina subisce un rapido abbandono, si svuota di tutti i turisti, delle frequentazioni giornaliere dei cittadini , le attività chiudono nel giro di pochi giorni, la movida si ritrasferisce in centro città lasciando il nostro litorale  abbandonato a se stesso, abitato e vissuto solo dai pochi residenti fissi e purtroppo diviene per tali ragioni facile preda di atti di criminalità e di degrado. Ora è nostro dovere e lo dico ancora una volta oggi, ma lo ripeto da sempre,  partire dagli strumenti che abbiamo a disposizione ossia dalla necessità di adeguare il sistema di videosorveglianza ampliandolo anche nei tratti dove non c'è copertura e connettendolo alla rete del sistema di videosorveglianza centrale, tenere alta l'attenzione attraverso i controlli della Polizia Locale nel periodo estivo ed incrementarli anche nel periodo invernale. Riguardo ai controlli nel periodo estivo lo scorso mese ho chiesto al Presidente della Commissione Sicurezza Gianni Rinaldi di inserire all'ordine del giorno della commissione, convocata poi il 14 luglio, il tema "sicurezza sulle spiagge e rispetto delle ordinanze e delle concessioni", per avere dall'Assessora e dal dirigente competenti,  aggiornamenti sulle attività di controllo della PL sulla marina per la stagione in corso ed il Comandante Passaretti ha riferito in commissione che i controlli erano iniziati puntualmente come ogni anno. Colgo l'occasione quindi per rinnovare l'invito al Presidente della Commissione Sicurezza Rinaldi di riportare il tema in commissione con l'Assessora Briganti per valutare l'esito della azione di controllo e sicurezza effettuata per questa stagione ed aggiungo, alla luce delle importanti novità introdotte oggi nel regolamento di Polizia Urbana, anche per portare  il tema Sicurezza della Marina di Latina nell'ambito dei Patti per l'attuazione della Sicurezza Urbana".