E' terminata la quarantena per i migranti arrivati lo scorso 28 luglio da Agrigento e ospitati presso la struttura di Cori in via dei Padri Trinitari. Le 17 persone che si trovavano nell'edificio sono risultate negative all'esame del tampone e per loro è iniziata l'attività di collocamento presso altre strutture del territorio nazionale idonee.

Tra questi la Questura ha ultimato le operazioni necessarie all'espulsione dal territorio nazionale di 11 cittadini extracomunitari, tra i quali 8 tunisini che sono stati trasferiti presso il Centro di Permanenza per i Rimpatri di Gradisca d'Isonzo (Gorizia) in attesa del definitivo rimpatrio in Tunisia, mentre altri tre sono stati intimati a lasciare il territorio nazionale mediante provvedimento di espulsione del Prefetto e dell' ordine di allontanamento del Questore. Attualmente nel comune lepino restano dunque un nucleo familiare ed alcuni minori, che nei prossimi giorni troveranno collocazione presso altri centri.


 Il sindaco di Cori, Mauro De Lillis ha commentato a riguardo: "I ragazzi migranti presenti presso la struttura del santuario della Madonna del Soccorso sono risultati ,al termine della quarantena, tutti negativi .
Sono iniziate le operazioni di collocamento presso altre strutture del territorio nazionale idonee , in particolare modo , all'accoglienza dei minori non accompagnati .


Attualmente sono presenti in struttura 17 persone di cui 11 minori non accompagnati e un nucleo familiare di 6 persone , i quali, anch'essi ,nei prossimi giorni troveranno collocazione presso altre strutture .
Vi terremo aggiornati  Comunico altresì un nuovo caso di positività al covid 19 sul territorio di Cori. Trattasi di persona rientrata dalle vacanze in Grecia.
Si trova ora in isolamento domiciliare. Per me è doveroso invitare tutti voi alla massima prudenza e al rispetto di tutte le misure che già conosciamo , non ultimo quella di indossare la mascherina nelle ore 18 - 6 e nei luoghi , pubblici e privati, con rischio di assembramento"