Riapriranno domattina, martedì 1 settembre, le scuole di tutta Italia. Una riapertura che, per i primi 14 giorni, sarà soltanto per docenti e personale Ata, i quali dopo 6 mesi rientrano nelle strutture.

"Siamo tutti assolutamente consapevoli e testimoni che il lavoro nelle scuole non si sia mai fermato, il rientro in presenza, tutti insieme, rappresenta oggi non solo una sfida, perché inevitabilmente carico di rischi, ma anche una grande opportunità". Parole del sindaco di Latina, Damiano Coletta, e dell'assessore all'Istruzione Gianmarco Proietti. "Vogliamo ringraziare tutti i docenti e il personale per il coraggio e la forza d'animo con cui rientreranno a scuola per garantire ai giovani quel diritto allo studio che la pandemia aveva limitato e assicurare loro la presenza e la vicinanza dell'Amministrazione comunale. Il lavoro dell'insegnante è un lavoro nobile, spesso non riconosciuto nella sua complessità e importanza, ma quanto mai fondamentale. E questa pandemia lo ha reso evidente a tutta la società".

"Ringraziamo anche i Dirigenti scolastici, che senza sosta hanno lavorato per questo rientro caricandosi di enormi responsabilità. Un ringraziamento particolare va a coloro che dopo una vita di servizio per i giovani, vanno in pensione proprio da domani: Marina Aramini, Giovanna Bellardini, Walter Marra, Stella Fioccola. Grazie, a nome di una intera comunità cittadina. Diamo poi il benvenuto ai nuovi Dirigenti scolastici e ai nuovi docenti in ruolo. A tutti diciamo, senza alcuna retorica, che chiaramente non sarà un anno facile, atteso come è a svolgersi in un contesto complesso e caratterizzato da incertezze. Ad ogni modo agiremo come comunità educante, insieme: noi siamo e saremo al vostro fianco".