Si è molto discusso in questi giorni a Latina per la costruzione dello Skaterpark del capoluogo che, come deciso dal Comune di Latina, sarà all'interno del parco Borsellino e Falcone di Latina. A prendere posizione è la comunità degli skaters della città, che interviene a difesa dell'amministrazione Coletta: "La comunità degli skaters di Latina con questo comunicato intende condividere il proprio pensiero in merito alla recente approvazione in Consiglio Comunale della delibera sulla realizzazione dello Skatepark nel parco Falcone e Borsellino.
Dal pomeriggio del 1 settembre, quando si è diffusa la notizia della delibera sullo Skatepark, il sentimento prevalente nella nostra comunità è uno solo: gioia infinita.
Per noi è "la realizzazione di un sogno".

"A chi afferma che l'amministrazione comunale non ha parlato con gli skaters - continua la nota dobbiamo segnalare invece che l'amministrazione è da mesi in contatto con membri della nostra comunità con cui ha condiviso la scelta della location e della dimensione dello skatepark.
In merito poi alla questione sollevata da alcuni sull'idoneità della location nel parco Falcone e Borsellino, ci piace condividere le nostre considerazioni: ci sono centinaia di skatepark nel mondo (alleghiamo alcune foto) costruiti in parchi con alberi e piante. Essendo tutti all'aperto, sono soggetti a foglie, sassi, terra, sabbia o aghi di pino; tenerlo pulito per gli skaters è un momento di responsabilità e di aggregazione; la presenza di alberi è molto utile, ne permette l'utilizzo d'estate senza per questo ‘squagliarsi' sotto il sole (bensì rimanendo ombreggiati, ossigenati e rinfrescati); data la sua ubicazione centrale nel parco Falcone e Borsellino, permette a tutti di raggiungerlo facilmente anche con i mezzi pubblici; riutilizza e recupera l'area della vecchia pista di pattinaggio ormai inutilizzabile; riqualifica il parco Falcone e Borsellino dal punto di vista della sicurezza e della vivibilità. Un luogo a volte poco rassicurante da frequentare (perché deserto), vedrà la presenza costante di tante persone; darà un ritorno economico sulle attività commerciali circostanti, del centro e sul loro indotto".