Nel Risiko delle poltrone disponibili per questo autunno entra, insieme alle candidature per le città che nel Lazio andranno al voto in primavera, anche una poltrona che scotta ma che può fare la differenza per la disponibiltà finanziaria che avrà e l'impatto sull'occupazione. E' il posto da commissario per la realizzazione della Roma Latina, una delle grandi opere che, per accelerare, verrà affidata ad una figura di riferimento unica. La quale non potrà essere sganciata dai partiti, per quanto si cercherà di trovare un tecnico d'area, come si dice in gergo.

E l'area dovrebbe essere quella del Partito Democratico, posto che in questa partita la Regione Lazio gioca un ruolo determinante. E' stato così fin dal primo momento, da quando cioè il collegamento autostradale doveva essere realizzato da una società costituita con quel fine specifico e poi naufragata. Dal punto di vista strettamente tecnico la costruzione di quella che è una delle arterie più attese, può beneficiare della figura del commissario perché ciò potrà snellire le procedure.

Sotto il profilo della tempistica c'è ancora spazio per decidere, per l'esattezza la scadenza del termine per la nomina è fissata per fine dicembre. Realisticamente si comincerà a entrare nel merito di una rosa di nomi dopo l'esito del referendum e delle amministrative, tappa da cui dipendono molte delle scelte politiche a medio termine. Se sul piano politico il commissario che gestirà la Roma-Latina è una carica paragonabile a quella di candidato a sindaco di Roma, o dello scacchiere da cui nasceranno i candidati di Latina città, sotto il profilo economico si sta parlando di un'opera da 2,7 miliardi di euro che viene vista da sindacati e associazioni d'impresa come l'unica vera opportunità di far ripartire un'economia sostenuta da un intervento finanziario che non è parte dei sussidi iniettati nell'economia reale dell'era post covid, bensì il pagamento di un'opera pubblica fondamentale nella rete delle infrastrutture del Paese.

Come si è arrivati all'idea di nominare un commissario? E' accaduto quando la Roma-Latina è stata inserita, pochi mesi fa, nell'elenco delle opere necessarie all'economia complessiva dell'Italia e non più rinviabili. Concretamente questa nomina potrebbe già essere realtà, se non fosse, appunto, che ormai rientra nell'elenco difficile da compilare relativo alle nomine che contano.