Un polo scolastico, sportivo e culturale. Il tutto nel cuore del quartiere di Nuova Florida e su un terreno di proprietà comunale. È questo l'annuncio che ieri ha dato il sindaco di Ardea, Mario Savarese.

In via Modena, nel giro di poco tempo, potrebbero sorgere una scuola dell'Infanzia, un asilo nido comunale (il primo nella storia della città, ndr) e una scuola elementare. Un progetto ambizioso, da oltre cinque milioni di euro, che il sindaco spera di poter avviare, quantomeno per quanto riguarda la scuola materna, già quest'anno.

«Il terreno dove sorgerà il polo scolastico, esteso per circa un ettaro, fa parte delle aree che, in sede di lottizzazione, vennero cedute al Comune. Le passate amministrazioni, però, non lo trascrissero in Conservatoria come proprietà pubblica e subito qualcuno ne reclamò l'usucapione. Con i dovuti accertamenti, che poi sono culminati nel sequestro operato dalla polizia locale a titolo cautelativo, abbiamo accertato che l'atto di cessione dell'epoca, seppure non formalizzato in Conservatoria, rappresenta comunque un vincolo inalienabile. Il sequestro ha portato all'avvio dell'azione legale e ora, dopo la vittoria della causa, abbiamo trascritto tutto in Conservatoria e questo terreno edificabile, dissequestrato nelle scorse ore dal Tribunale, è ufficialmente di nostra proprietà».

Dunque, adesso è tempo di partire con il polo scolastico: «Ritengo sia urgente arrivare ai lavori innanzitutto per la scuola dell'Infanzia, visto che il plesso di via Pratica di Mare è da chiudere per vari motivi. Poi puntiamo a realizzare l'asilo nido. Pensate: Ardea ha 1.053 bimbi tra zero e tre anni e neanche un Nido. Tutto questo è vergognoso, così come è allucinante - ha aggiunto il sindaco - che la Regione metta a disposizione soldi per ristrutturare gli asili nido e non per costruirli. Infine, prima di passare a spazi per parcheggi e zone sportive, vorremmo costruire anche una scuola Primaria per dismettere il plesso di Pian di Frasso».

Un progetto corposo, dunque, per un importo rilevante: «Serviranno oltre cinque milioni di euro e i lavori saranno effettuati per gradi. Intanto, spero di iniziare subito i lavori per la Materna - ha concluso Savarese -: saranno necessari due milioni di euro».