"Abbiamo riservato i tavoli per voi": così, con un post su Facebook, il ristorante Oltremare di Anzio ha voluto protestare contro le restrizioni del Dpcm che colpiscono maggiormente ristoratori ed esercenti.

"I nostri dipendenti sono i vostri cittadini e non possiamo pagare noi per voi. Mantenere in piedi un'azienda e accollarci tutte le spese di corrente, gas, dipendenti e altre spese in 3 ore di lavoro dalle 12 alle 15 perché un ristorante lavora da quell'ora e no alle 8 di mattina o alle 18. Pagateci le spese, toglieteci l'Iva ,l'accisa sulle bollette, dateci il 50% degli stipendi dei nostri dipendenti che sono la vostra risorsa italiana".