Nell' area del porto S. Maria è nella fase finale l' allestimento del "Presepe ed oltre", un progetto patrocinato dal Comune e messo a punto in un mega capannone di 1100 mq. L' iniziativa voluta a Gaeta, è anche un omaggio, una sorta di dono di Stefania Capobianco alla sua città. La giovane produttrice e regista si è imposta da subito nel mondo del cinema, scrivendo e producendo lavori di grande valore artistico e culturale come il documentario Mediterranean diet example to the world, con Franco Nero attore protagonista e dirigendo insieme al compagno Francesco Gagliardi il film "Mò Vi Mento – Lira di Achille", con cui ha vinto come "Miglior Film" della sezione ufficiale lungometraggi al 72° Festival Internazionale del Cinema di Salerno. La direzione artistica del presepe, le cui dimensioni lo porteranno ad entrare nel guinnes dei primati, è curata proprio da Stefania Capobianco e Francesco Gagliardi. L' iniziativa è realizzata da Rossella ed Erika Cardinale per l'Auris Film Srl., la società di produzione cinematografica di cui fanno parte anche Stefania Capobianco, Raffaella Pace e Alfonso Sarno.

Un impegno notevole se si pensa all' acquisto dell' enorme stand e delle 3000 statuette (realizzate a mano dal maestro presepista Gennaro Commentale) alcune delle quali semoventi oltre ovviamente agli altri costi necessari per un simile allestimento. Altro punto di forza del "Presepe e oltre"è sicuramente la scenografia realizzata da Antonio Gallo (titolare dell'azienda di Teggiano Polidesign specializzata nella lavorazione del polistirolo), dall'architetto Giosi Gallo e dall'artista campano Arturo Ianniello in collaborazione con Saverio Aluotto, Antonio Coronato, Donato Fasano e Nicola Isoldi. Un itinerario che non illustrerà solo l' evento sacro della nascita di Gesù ma partirà da molto prima e toccherà altri temi,in periodi successivi alla natività. Un lavoro di allestimento dunque quasi ultimato e seguito sin dall' inizio, anche nei particolari, dal duo Capobianco-Gagliardi forti della loro capacità, inventiva e professionalità. L' apertura al pubblico del presepeera inizialmente prevista per il 14 novembre, ma slitterà a fine mese o ai primi di dicembre. Un' incertezza dovuta alla situazione legata alla emergenza sanitaria, alle disposizioni dei recenti DPCM. Occorrerà pazientare ancora un po' ma ne varrà decisamente la pena.