Sportelli chiusi a giorni alterni, ore di attesa in fila in piedi al freddo e magari sotto la pioggia, rischio di assembramenti e tensioni. E' quanto accade presso gli sportelli di Poste Italiane a Cisterna di Latina.

Ormai si moltiplicano le segnalazione di disagio e disservizio da parte dei cittadini così il sindaco Mauro Carturan se ne è fatto portavoce presso i vertici della Società attraverso una nota inviata al direttore generale dott. Matteo del Fante, al direttore provinciale dott. Giancinto Giancaspro e per conoscenza al Ministro dello Sviluppo Economico dott. Stefano Patuanelli.

"Ai fini di un sollecito intervento da parte degli organi preposti - scrive Carturan - segnalo la situazione di costante disagio e potenziale pericolo che si riscontra ormai da diversi mesi presso gli uffici postali di Cisterna di Latina.
Gli utenti miei concittadini, per lo più anziani, si ritrovano ogni giorno assembrati in coda e con lunghi tempi d'attesa all'esterno degli uffici postali del nostro territorio, esposti al freddo e al contagio da coronavirus.
Si chiede pertanto il ripristino del pieno orario di apertura da parte di tutti gli sportelli postali presenti sul territorio di Cisterna, l'abilitazione in ognuno di essi del servizio di prenotazione del turno tramite app e altre azioni utili ad evitare assembramenti e lunghe code tenuto conto anche della concomitanza con la stagione invernale".