"Willy Monteiro Duarte, il giovane brutalmente ucciso il 6 settembre 2020 a Colleferro, non tornerà tra noi, ma sono orgogliosa dell'impegno della Regione Lazio affinchè il suo sacrificio non sia vano e la sua memoria sia sempre presente nei nostri cuori e nelle nostre città".  Cosi, in una nota, Eleonora Mattia, Presidente della Commissione scuola, pari opportunità, politiche giovanili del Consiglio regionale del Lazio.

"Molto importate il voto sulla legge di stabilità regionale 2021 con l'accoglimento delle proposte contenute in due miei emendamenti. Il primo prevede un incremento del ‘Fondo per la prevenzione e il contrasto al fenomeno del bullismo' istituito dall'articolo 7 della legge regionale 2/2016 con un impegno specifico – contenuto anche in un odg da me presentato, collegato alla proposta di legge – di dedicare una parte dei finanziamenti all'istituzione di un Premio dedicato alla memoria di Willy e destinato a tutte le studentesse e gli studenti delle scuole secondarie del Lazio. Altro traguardo importante è l'incrementare del capitolo di spesa dedicato ai "Finanziamenti straordinari in materia di opere pubbliche", a seguito anche di una mia proposta emendativa. Un'ottima notizia in generale e maggior ragione in combinato con la proposta – contenuta nel mio secondo ordine del giorno – di utilizzare tali fondi anche per sostenere il Comune di Colleferro nella realizzazione di ogni opera commemorativa che si riterrà opportuna per ricordare il sorriso buono di Willy che nessuna violenza e intimidazione ha saputo scoraggiare. Il ragazzo è stato vittima di un agguato per il solo fatto di aver cercato di difendere un amico in difficoltà, un atto nobile di abnegazione il cui tragico risvolto che ha sconvolto tutti e tutte noi. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito alla sua memoria la medaglia d'oro al valore civile, per il suo gesto e sacrificio definiti ‘un luminoso esempio, soprattutto per le giovani generazioni, di generosità, altruismo, coraggio e non comune senso civico, spinti fino all'estremo sacrificio'. Con questi impegni il Lazio fa la sua parte per ribadire che la violenza e l'odio non devono avere spazio nelle nostre città, creando spazi culturali e fisici in cui diffondere la cultura della non violenza e del rispetto e onore così, per sempre, il ricordo di Willy, eroe buono che ha lasciato un vuoto incolmabile nei nostri cuori".