Continuano le iniziative nelle scuole di Latina e Provincia, della Fondazione Wanda Vecchi onlus volte a sensibilizzare la popolazione e a contrastare i fenomeni del bullismo e del Cyberbullismo, piaghe sociali che non attenuano e non si fermano nonostante la crisi sanitaria emergenziale che il mondo sta vivendo.

il Cyberbulismo, pare che sia notevolmente cresciuto durante il lockdown a detta delle Forze dell'Ordine e dei professori stessi, poichè gli adolescenti costretti in casa, hanno dato libero sfogo al mondo virtuale, innescando molti meccanismi negativi causati dall'abuso e da un mal utilizzo del cellulare, del pc e del tablet. La coordinatrice del progetto è la dottoressa Alessia Micoli, Psicologa, Criminologa, Dottore di Ricerca in Medicina Legale e Scienze Forensi nonchè perito dell'autorità giudiziaria.

Ora è il turno dell'Istituto Comprensivo G. Manfredini di Pontinia, che vede coinvolti gli studenti sia la mattina che il pomeriggio. I professionisti esperti, tramite un iter mirato, spiegheranno con interventi da remoto, il corretto utilizzo dell'online, i pericoli e le conseguenze dei social e della sfera virtuale che nuoce migliaia di vittime al giorno. Si parlerà di come rompere il silenzio, non sentendosi soli, rispettando il prossimo.

Seguiranno gli incontri con i docenti e con le famiglie, ai quali verrà spiegato il linguaggio virtuale dei nativi digitali.

Gli psicologi interessati dalla Fondazione Wanda Vecchi sono gli psicologi del Servizio "Psinsieme", che opera da più di un anno sul territorio pontino per aiutare a fronteggiare, soprattutto, i problemi conseguenziali alla pandemia in atto: Fabio Battisti, lessia Micoli e Cristina Pansera.