Il Consorzio industriale di Aprilia mette a disposizione delle istituzioni lo stabile del punto ristoro in via della Meccanica per potenziare la campagna vaccinale contro il Covid-19.  A spiegarlo è il presidente del Ciap Marco Braccini, che in una lettera inviata al Prefetto, all'Asl di Latina e il sindaco Antonio Terra dichiara di voler mettere a disposizione l'enorme sito nella zona industriale per potenziare e incentivare le vaccinazioni. «Non vogliamo restare indifferenti  a fronte dell'emergenza epidemiologica che il Paese sta vivendo, così come non possiamo restare sordi agli appelli del presidente del Consiglio Mario Draghi tesi a moltiplicare ed  accelerare le vaccinazioni, con l'obbiettivo di controllare e sconfiggere l'epidemia e le sue gravi conseguenze in campo sociale ed economico. Perciò - spiega il Ciap - abbiamo deciso di mettere a disposizione delle autorità competenti una struttura, presente nell'area industriale, praticamente già pronta, dotata di ampi spazi, altamente idonea e qualificata per le vaccinazioni».

Si tratta appunto del "Punto Ristoro" di via della Meccanica, una struttura nelle immediate vicinanze della zona Montarelli che permetterebbe una comoda e veloce vaccinazione per gli oltre 2000 lavoratori del comprensorio industriale e delle loro famiglie, ma potrebbe servire a convogliare sulla stessa anche tutti i residenti del quartiere, alleviando il carico delle Asl di competenza e ridurre gli spostamenti delle persone.  «Penso che ciascuno per contribuire a sconfiggere la pandemia, possa e debba, nel suo quotidiano - afferma il presidente del Ciap, Marco Braccini - offrire una collaborazione attiva a supporto degli enti preposti. E voglio ringraziare i proprietari  Punto Ristoro, Luciano Raggi e Sergio Bonomo, che non hanno esitato un attimo, ad accogliere l'idea di offrire la disponibilità della loro struttura per le vaccinazioni, proponendosi in condivisione con il consorzio, per un adeguamento della stessa in termini di pulizie e predisposizione logistica. Abbiamo trasmesso la nostra proposta agli enti competenti e, in caso di interesse, restiamo a disposizione da subito per un sopralluogo per verificare l'idoneità».