Dati sempre più allarmanti sui bilanci tra il 2017 e 2019 (ultimi bilanci censiti) per lo sport. "Attenendoci ai dati espressi dalla fonte openbilanci.it - afferma Domenico Pappacena, portavoce del Movimento Sport e Giovani Latina - veniamo a conoscenza che le spese per i settori che hanno catturato la nostra attenzione come Movimento sport e giovani Latina sono proprio quelle più basse. Perché se è vero che evidenziamo da anni, soprattutto da quando si è costituito l'Osservatorio per lo sport e il turismo della provincia di Latina, un'assenza pressoché costante da parte dell'amministrazione del capoluogo, avendo sempre manifestato proposte, richieste di creazione di tavoli programmatici e confronti, puntualmente disattesi, oggi i dati matematici presentano al sindaco Coletta un conto in negativo, confermando, nostro malgrado, tutti i nostri dubbi sulla gestione del settore, seppure l'attuale primo cittadino ha fatto qualcosa in più rispetto al poco e nulla delle gestioni precedenti, palesando sempre e comunque –anche oggi- uno scollamento totale tra le attività sportive e il palazzo amministrativo".

Andando per gradi, prima di tutto vorrei sottolineare un calo di entrate totali nelle casse comunali dal 2017 al 2019 (le due annate a confronto), infatti nel 2019 il calo ammonta a ben 1.098.944 (quasi un milione e cento), ovvero 28,74€ pro-capite. Benché ci sia stato un rilevante incremento di domanda per quanto riguarda il settore sport, giovani e tempo libero, bisogna fare anche i conti con la classifica che vede la nostra Latina alla posizione 161 per investimenti pro-capite per sport e tempo libero.

Attenzione però, questa è solo la classifica dei comuni del Lazio!

Latina, come capoluogo, non può e non deve permettersi tale posizione in classifica, anche perché su 7.904 comuni italiani, nella classifica nazionale siamo sepolti al 4.733° posto e già questo avrebbe dovuto far riflettere. Un dato gravissimo, anche alla luce del fatto che Latina è tra le città più giovani d'Italia. "Per essere più precisi, -continua Domenico Pappacena - nel 2017 il nostro comune ha stanziato 5,45€ pro-capite, nel 2019 c'è stato un incremento che ci ha portato a 6,32€ pro-capite. Chissà se riusciremo mai ad avvicinarci alla capolista (Trieste) che vanta il record di 49,52€. Entriamo nel dettaglio con un semplice schema: Bilancio consuntivo Latina 2017 su Sport, giovani e tempo libero 5,45€ a cittadino, investimento rispetto ai precedenti anni €126.135; Bilancio consuntivo 2019 (ultimo disponibile): Sport, giovani e tempo libero 6,32€ per cittadino, investimento rispetto ai precedenti anni €42.555".

"Da anni ascoltiamo finanche troppo pazientemente - insiste l'avvocato Annalisa Muzio, di Fare Latina - Resta sempre attuale, ad esempio, nonostante la notizia del contributo di mille euro, deciso dal Consiglio Comunale a fine luglio, per sostenere le asd durante l'emergenza Covid, che nulla è arrivato nelle casse delle società sportive: eppure l'emergenza sanitaria da Covid è ora, non è domani, la sopravvivenza è oggi, non si può rimandare. Peraltro, avevamo fatto richiesta di chiarimento a mezzo pec in data 09.11.2020, ma nessuna riposta è mai arrivata dal Comune".

"Come Movimento sport e giovani Latina -conclude Pappacena- supportiamo Annalisa Muzio e l'attività che negli anni la stessa Muzio ha svolto come presidente dell'osservatorio sport e turismo e lanciamo l'ennesimo appello affinché il Comune di Latina non abbandoni un patrimonio che della città non è solo sportivo ma soprattutto sociale. In anni abbiamo riscontrato, nonostante la volontà di collaborare, la totale assenza di programmazione estesa anche all'impiantistica sportiva. Ancora: ma che fine hanno fatto i bandi per le palestre? Abbiamo impianti che potrebbe essere usati, a medio termine, dalle società sportive che militano in campionati di serie nazionale, e invece nulla di fatto, regna sovrano l'immobilismo del Comune".