Oggi pomeriggio, presso i Giardini del Comune, sono stati sottoscritti i primi 5 Patti di Collaborazione costruiti nell'ambito del Progetto Upper, alla presenza del Sindaco Damiano Coletta, dell'Assessora alla Partecipazione Cristina Leggio, dell'Assessore all'Ambiente Dario Bellini e del Consigliere delegato a Democrazia partecipata e gestione condivisa dei beni comuni Emanuele Di Russo.

 

Due Patti coinvolgono gli Istituti Comprensivi "Torquato Tasso" e "Giuseppe Giuliano". L'oggetto della sperimentazione condivisa, che vedrà collaborare le scuole con il Comune, i partner del progetto Upper e le associazioni del territorio, è l'utilizzo di Soluzioni Basate sulla Natura in spazi comunali attraverso attività ludiche e socio-educative e la promozione della diffusione di specie vegetali autoctone e funzionali per la mitigazione degli effetti dei cambiamenti climatici e dell'inquinamento.

 

Nello specifico saranno realizzati laboratori di orticoltura urbana, laboratori di progettazione e rigenerazione di spazi verdi sotto-utilizzati, laboratori di teatro e lettura, attività di educazione al rapporto e alla cura degli animali, laboratori di educazione ambientale rivolti agli studenti dell'istituto e alle loro famiglie.

 

Un terzo Patto è stato siglato coinvolgendo il Liceo Scientifico "G.B. Grassi" che, in rete con altre realtà del territorio, promuoverà lo sviluppo di laboratori di progettazione e rigenerazione dell'area verde confinante con la scuola e di attività di educazione ambientale e civica, oltre alla progettazione, realizzazione e/o installazione di arredi eco-compatibili, barriere verdi, prati fioriti e altre soluzioni basate sulla natura nella stessa area e la manutenzione delle soluzioni basate sulla natura.

 

Gli altri due Patti riguardano invece il parco Vasco de Gama e Piazza Ilaria Alpi. Le realtà che hanno sottoscritto il patto condividono gli obiettivi di migliorare il benessere psico-fisico della comunità, la qualità delle relazioni sociali, promuovere l'inclusione delle persone vulnerabili a rischio di discriminazione, nonché la diminuzione della povertà educativa e l'aumento delle opportunità di gioco, movimento, socialità e contatto con la natura per bambini e ragazzi, indipendentemente dalla condizione sociale, economica e individuale; la rigenerazione e miglioramento della fruibilità e delle condizioni ambientali dell'area, il riequilibrio degli ecosistemi urbani ed il contrasto dell'inquinamento ambientale.

 

Gli accordi sono stati firmati anche dalle Dirigenti comunali Angelica Vagnozzi, Coordinatrice del Progetto Upper, e Micol Ayuso, che gestisce l'Unità Tecnica per l'Amministrazione Condivisa, oltre che da Roberta Cocchioni, Program Manager dei servizi socio-educativi del Progetto Upper per la Cooperativa Sociale Labirinto, che ha coordinato il percorso di co-progettazione dei cinque patti.

 

Questo l'elenco completo delle realtà firmatarie insieme al Comune di Latina:

·         Ente Parco Nazionale del Circeo;

·         Cooperativa Sociale Labirinto;

·         Associazione di Promozione Sociale L'Ultimo;

·         Associazione di Promozione Sociale Ringrazio Prego e Dono;

·         Associazione Botteghe Invisibili;

·         Associazione Bici X Umanità;

·         Comitato Parco degli Elleni;

·         Cooperativa Sociale il Quadrifoglio;

·         Liceo G.B. Grassi;

·         Istituto Comprensivo Giuseppe Giuliano;

·         Istituto Comprensivo Torquato Tasso.

 

Il Sindaco Damiano Coletta: «Oggi è un momento che sancisce un'alleanza tra cittadino e istituzione che si uniscono in un rapporto di relazione per prendersi cura del bene comune. Insieme gestiremo spazi pubblici affinché ognuno si senta parte di quello spazio. Upper, poi, è un progetto ambizioso e allo stesso tempo di grande prestigio, quindi le firme odierne ricoprono un significato ancora più importante. Percorrere questo processo di sviluppo con le scuole e le associazioni è un grande orgoglio per l'Amministrazione».

 

«L'amministrazione condivisa e la costruzione di un nuovo equilibrio tra città e natura sono due direttrici essenziali della crescita della nostra comunità – afferma l'Assessora Leggio –. I patti di collaborazione ed il progetto Upper sono strumenti preziosi che ci stanno permettendo di tradurre queste cifre in progetti ed esperienze quotidiane e di nutrire sempre di più la cultura generativa della nostra città».