Con un voto all'unanimità il Consiglio comunale di Aprilia ieri pomeriggio ha conferito la cittadinanza onoraria al professor Fabio Ricci, chirurgo senologo e direttore clinico della Breast Unit dell'ospedale Goretti di Latina. Un riconoscimento che l'assise ha fatto con orgoglio e convinzione, sottolineando l'apporto (sia professionale che umano) che il professore ha avuto ad Aprilia e in provincia di Latina nella lotta contro il tumore al seno. «Con questa delibera celebriamo un momento importante - dice l'assessore alle Politiche Sociali, Francesca Barbaliscia - per una proposta che arriva dal basso, nello specifico dall'Andos presieduta da Resy Langiano, che poi nell'ottobre 2020 ha ottenuto il benestare della commissione Politiche Sociali. Da parte del Comune c'è stato il desiderio di conferire la cittadinanza, perché riteniamo Ricci non solo un professionista stimato e affermato, ma soprattutto una persona dal cuore d'oro.

E l'affetto che lega Aprilia al professor Ricci è ricambiato, visto che innumerevoli volte ha promosso convegni in aula consiliare, sottolineando l'importanza di percorsi istituzionali per la prevenzione del tumore al seno, con lo specifico delle Breast Unit. Sul territorio di Aprilia sono state migliaia le donne visitate da Fabio Ricci, dal 2017 ad oggi circa 300 le donne operate da lui e dalla sua grandiosa equipe della Breast Unit del Goretti, che le segue in tutto il percorso». La soddisfazione per questo riconoscimento è stata trasversale, con i contributi di tanti consiglieri durante la seduta in videoconferenza. «Questa è un'iniziativa lodevole, soprattutto perché il professor Ricci ha declinato le offerte di lavoro dall'estero per restare a lavorare nella sua terra, alla guida della sua equipe. E per noi medici di famiglia - spiega Mariana Iulian - la Breast Unit di Latina è un'eccellenza assoluta».

Molto sentiti sono stati gli interventi della consigliera Alessandra Lombardi e del presidente del Consiglio comunale, Pasquale De Maio. «Con questo atto vogliamo testimoniare, al di là della sua indiscutibile competenza medica e scientifica, la profonda umanità del professor Ricci, il suo esserci per le pazienti anche al di là dell'orario di lavoro, anche oltre - spiega Alessandra Lombardi - quelle che sarebbero le sue competenze professionali; con una parola, una stretta di mano, una empatia che non si insegna all'università, ma che è propria dell'uomo Ricci, e che egli trasmette ai propri collaboratori. Come consigliera e a nome della città di Aprilia e delle tante donne operate e seguite, non posso che essere onorata di averlo tra i nostri concittadini».