«Da oggi (ieri, ndr) sono state riaperte le prenotazioni sul portale di SaluteLazio e a breve, confido già da domani (oggi, ndr) riapriranno per la fascia di età 12-16 anni». Ad annunciarlo è stato l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato, durante la visita del commissario straordinario Francesco Paolo figliuolo all'hub Acea di Roma. Le dosi junior non verranno messe a disposizione dei pediatri di famiglia, ma saranno disponibili negli hub tramite prenotazione.

«Abbiamo deciso con la Segretaria Regionale della Fimp medici pediatri Teresa Rongai che in questa fase possono essere i pediatri a recarsi presso gli hub vaccinali - ha aggiunto l'assessore alla Sanità - Mentre posso confermare che dopo la metà di agosto partiranno le vaccinazioni anche nei loro studi. Questa decisione è stata possibile grazie all'operazione Delta, ovvero grazie alle anticipazioni dei richiami, nell'ambito delle disposizioni nazionali, che hanno reso disponibili dosi Pfizer per la fascia Junior». In poche parole le fiale del farmaco Biontech saranno disponibili grazie alla decisione di anticipare i richiami AstraZeneca per gli under 60 che rifiutano il mix. Dire di no alla vaccinazione eterologa, per anticipare a 55 giorni la seconda dose sempre col farmaco di Oxford, in seguito alla firma del consenso informato, significa dare la possibilità alla Regione di smaltire i vaccini AstraZeneca e, allo stesso tempo, avere a disposizione le dosi Pfizer per vaccinare gli adolescenti.

In provincia di Latina ha già aderito alla campagna vaccinale degli junior l'87% degli iscritti alla FIMP, la Federazione Italiana Medici Pediatri, che ha firmato l'accordo di collaborazione con la Regione. Si tratta di circa 35 pediatri (dei 70 operativi sul territorio provinciale di Latina).