La ztl diventerà isola pedonale a titolo temporaneo e sperimentale dall'1 agosto e per sei mesi. La novità, già proposta dall'assessore alla mobilità Dario Bellini e accolta favorevolmente nella riunione dell'osservatorio della ztl del 2 luglio diventa operativa con l'ordinanza di ieri 15 luglio, pubblicata in albo pretorio a firma della dirigente Grazia De Simone. A sei anni dall'istituzione della zona a traffico limitato nel quadrilatero di strade tra piazza del Popolo, via Eugenio di Savoia, corso della Repubblica e via Diaz, voluta dall'amministrazione Di Giorgi, la giunta Coletta decide di puntare sulla pedonalizzazione completa dell'area, un intento spesso accennato in questi anni, ma mai portato avanti. L'ordinanza prevede l'istituzione di un'area pedonale sperimentale dal 01.08.2021 al 31 dicembre 2021 lungo la viabilità attualmente interessata dalla ZTL ovvero l'asse comprensivo di Via Pio VI, a partire dall'intersezione con via Carlo Cattaneo, e via Eugenio di Savoia fino all'innesto su largo Caduti di Nassiriya; Piazza del Popolo ad esclusione del raccordo C.so Matteotti – C.so della Repubblica e del raccordo via Emanuele Filiberto via Duca del Mare, l'asse di Corso della Repubblica da Piazza del Popolo all'intersezione con via Andrea Costa, Via Armando Diaz da Piazza del Popolo all'intersezione con via Giosuè Carducci, Via Umberto I° a partire da Via Eugenio di Savoia sino all'innesto su Largo Gioacchino Rossini. Si prevede l'interdizione della circolazione e sosta di tutti i veicoli a motore all'interno dell'area senza distinzioni di orari, tranne che per Forze dell'Ordine, Ambulanze, Vigili del Fuoco e mezzi di pronto intervento delle aziende erogatrici dei servizi a rete. Sarà consentito anche il passaggio al servizio di persone con limitate o impedite capacità motorie esclusivamente per il raggiungimento della propria abitazione su percorso preventivamente prefissato ed autorizzato per i veicoli a servizio dei disabili che vi si rechino per visite mediche; auto e motoveicoli dei residenti, autorizzati solo per accedere a cortili ed autorimesse, taxi, biciclette e veicoli ad emissioni zero. In corrispondenza del perimetro dell'area pedonale verranno poi realizzati 39 parcheggi con segnaletica verticale e orizzontale, da conferire in uso gratuito e temporaneo, per il solo veicolo principale e limitatamente al solo periodo della sperimentazione, ai residenti nell'area pedonale privi di garage/box/cortili. Una scelta, così aveva motivato l'assessore fatta per ragioni ambientali e sociali perchéla Ztl è di fatto utilizzata dalla cittadinanza come una vera e propria isola pedonale e, per quanto limitato, il traffico veicolare rappresenta un fattore di rischio vista anche la presenza dei vasi di arredo urbano che potrebbero in parte ostacolare la visuale degli automobilisti.