Limiti alla movida anche a Sperlonga e Fondi: dalle tre di notte tutte le attività commerciali dovranno chiudere. È quanto disposto da una recente ordinanza firmata dal sindaco Armando Cusani a seguito di quanto concertato nel corso dell'adunanza del Comitato Provinciale per l'Ordina e la Sicurezza Pubblica che si è tenuta il 13 luglio; all'incontro hanno preso parte anche le maggiori associazioni di categoria economico-produttiva più rappresentate a livello provinciale.

Oggetto della discussione è stata la necessità di trovare un punto d'incontro per bilanciare da una parte gli interessi economici degli imprenditori e dall'altro la necessità di tutelare la quiete pubblica e anche fronteggiare l'emergenza sanitaria tenuto conto dell'ingerenza delle varianti del covid.

Oltre a tali aspetti, si è tenuto conto anche della «pericolosità conseguente all'abbandono incontrollato e alla rottura dei vetri nelle vicinanze degli esercizi commerciali e di intrattenimento turistico – si legge nell'ordinanza del Comune di Fondi – che potrebbero costituire un rischio concreto per l'incolumità pubblica».

Sulla base di tali esigenze i sindaci dei Comuni stanno emanando delle ordinanze per regolamentare la vita notturna sia per ragioni di pubblica sicurezza che per prevenire possibili contagi legati al covid nelle aree maggiormente esposte al rischio di assembramenti.
Sia il Comune di Sperlonga che il Comune di Fondi a partire da domani 19 luglio hanno deciso di imporre come orario entro il quale le attività dovranno tirare giù le saracinesche le tre di notte. Per quanto riguarda Fondi, è stato aggiunto anche un altro divieto. «È fatto divieto – si legge nell'atto – a tutti gli esercizi commerciali e di intrattenimento turistico di vendere bevande di qualsiasi tipo per asporto o cedere a terzi, a qualunque titolo, in contenitori e bottiglie di vetro dalle ore 24 alle ore 7».
Un'ultima differenza riguarda la durata delle ordinanze, salvo provvedimenti di modifica che potrebbero comunque essere emanati in corso d'opera. Ora come ora, l'ordinanza sindacale del Comune di Fondi terminerà la propria efficacia il 31 agosto, mentre quella emanata dal sindaco di Sperlonga ha durata fino al 15 settembre.