Sì ai cani in spiaggia, ma solamente in alcune aree. Il sindaco di Terracina, Roberta Tintari, ha modificato ieri l'ordinanza balneare rispetto alla quale, proprio per il divieto di accesso agli arenili agli animali che era stato imposto, era stato presentato ricorso al Tar dall'associazione "Earth".

Nel nuovo atto amministrativo, si legge che l'avvocatura dell'Ente ha evidenziato come diversi Tribunali, in merito a vicende del tutto analoghe, si siano pronunciati censurando i divieti che erano stati imposti da altri Comuni sotto il profilo della proporzionalità. In pratica, le misure da adottare devono essere graduate bilanciando l'interesse pubblico sotteso ai divieti e alle limitazioni con quello dei privati cittadini detentori di animali.

Alla luce di questa situazione, il sindaco ha riformato l'ordinanza balneare limitatamente al punto che prevedeva il divieto di accesso per gli animali. Di conseguenza, ora il passaggio e la permanenza dei cani è consentito solamente sui seguenti tratti di spiaggia libera: tratto di spiaggia libera del litorale di Ponente ubicato a ponente del canale "Badino"; tratto di spiaggia libera del litorale di Levante ubicato al limite del canale "Canneto", che costituisce il confine di Fondi e di Terracina. Resta ovviamente l'autonomia dei concessionari degli stabilimenti balneari di autodeterminarsi nel merito.