"Se Roma Capitale e la Provincia di Latina non faranno gli impianti previsti dalla delibera di Giunta regionale dello scorso 27 maggio, alla scadenza dei 60 giorni la Regione eserciterà i poteri sostitutivi e nominerà un commissario straordinario". Lo ha detto l'assessore  ai Rifiuti della Regione Lazio, Massimiliano Valeriani, parlando durante la seduta della commissione Rifiuti alla Pisana.

Valeriani ha inoltre ribadito che il commissariamento dell'amministrazione capitolina e della Provincia di Latina arriveranno se entro il 27 luglio non individueranno le aree idonee, all'interno dei propri confini territoriali, dove costruire una discarica e (nel caso di Roma) anche di un impianto di trattamento. "Roma ha garantita l'autosufficienza degli sbocchi di conferimento dei rifiuti per i prossimi sei mesi. Questo periodo non può essere sprecato- ha aggiunto Valeriani- La Regione è pronta a fare la sue parte, abbiamo messo a disposizione 80 milioni cui si potranno aggiungere i fondi del PNRR per costruire nuovi impianti pubblici di trattamento e smaltimento rifiuti. Nessun Comune però ha presentato progetti o richiesto contributi".