Il centro commerciale Morbella di via del Lido non è sicuro e il Comune ordina la sospensione immediata di tutte le attività presenti nella grande struttura di vendita. In un momento delicato sia generale, ancora sotto l'effetto della pandemia, sia peculiare del centro Morbella, già depotenziato per la chiusura progressiva di alcuni negozi negli anni, arriva un colpo ferale per negozianti ed indotto del primo centro commerciale della città a essere costruito e avviato nel 1989. Tutto è contenuto nell'ordinanza n.194 a firma del dirigente del Suap Stefano Gargano con data 13 luglio, ma pubblicata il 21, ieri, che si basa sulla nota dei Vigili del Fuoco-Ufficio Prevenzione Incendi. Il Comando Provinciale ha comunicato al Comune che da un sopralluogo di controllo effettuato presso la struttura commerciale di Via del Lido è stato evidenziato il mancato rispetto dei necessari requisiti di sicurezza.

I vigili del fuoco hanno rilevato che le attività del centro commerciale sono sprovviste di Scia e che «erano in corso lavori che riguardavano le pannellature delle pensiline, ai piani primo e terra, che corrono lungo la parete principale, che prospetta sul parcheggio esterno scoperto e quella che prospetta su Via Picasso del Centro Commerciale (edificio n. 5); tali lavori interessavano anche gli impianti elettrici connessi con le predette pensiline e non erano state adottate idonee misure, anche del tipo procedurali, per garantire la salvaguardia dei praticanti del centro da tutti i rischi di natura elettrica connessi all'impiego dei materiali, delle apparecchiature e degli stessi impianti elettrici».