Iniziato il restauro delle panchine di Capoportiere. Già decorate, diventeranno ancora più belle con il restyling di alcuni disegni (ove possibile) e con nuove decorazioni. Se ne occuperanno dodici artisti diversi, che hanno presentato dei bozzetti ed espresso la volontà di donare il loro impegno al Comune di Latina e, quindi, alla comunità pontina.


La prima decorazione era nata dall'artista Carmine Cerbone che aveva guidato nell'opera di decorazione gli alunni del liceo artistico. Anni dopo si era reso necessario un secondo intervento, coordinato da Fabio D'Achille insieme a Fabrizio Ballerini in collaborazione con l'amministrazione comunale dell'epoca. Quello che parte oggi è il terzo ciclo e l'intervento è stato ritenuto opportuno dal servizio Decoro e manutenzioni sempre per via dello stato di usura delle opere, usate ogni giorno dalla popolazione e talvolta preda di atti vandalici.


"Si tratta di una iniziativa a cui sono molto affezionato – afferma D'Achille – Nato dalla volontà di mantenere bello e vitale un luogo caro ai latinensi come il pontile di Capoportiere, rendendolo ancora più suggestivo e caratteristico. È oggi un motivo di orgoglio personale rivedere attuato lo stesso progetto, anche se in una veste completamente diversa, quella di consigliere con mandato del sindaco alla promozione dell'arte contemporanea. Lo spirito però è quello di sempre: l'arte non solo come senso del bello, ma come strada per rappresentare e comunicare, valorizzare".


I disegni accettati dal Comune riguardano sempre temi legati al mare, ma anche temi dell'intrattenimento, del turismo, dello sport, del paesaggio, del tempo libero interpretati in riferimento al mare pontino; gli artisti resteranno all'opera per circa una settimana.