"La Regione Lazio revochi le autorizzazioni integrate ambientali di Sep e Sogerit", i due impianti di Mazzocchio finiti al centro dell'inchiesta "Smoking Fields", culminata nell'operazione del 2019 e relativa principalmente allo spandimento di compost non conforme. L'istanza politica, inserita in una mozione indirizzata al presidente del consiglio regionale del Lazio, Marco Vincenzi, arriva dal consigliere regionale della Lega Orlando Angelo Tripodi.
All'interno del corposo atto, si ripercorrono alcune tappe della storia recente, amministrativa e non solo, che ha riguardato principalmente la Sep di Pontinia. Il consigliere della Lega, a più riprese, menziona le proteste dei comitati, citando in particolare il comitato di Mazzocchio, che da anni lamentano problemi (miasmi e non solo) legati alla funzionalità dell'impianto. Dalle denunce si è arrivati poi all'inchiesta, coordinata dalla DDA di Roma, in seguito alla quale comunque non terminate le segnalazioni da parte dei comitati, che in più di un'occasione hanno lamentato persistenza di cattivi odori e altre problematiche.
Tripodi, tornando alla questione dello spandimento di compost non conforme, ricorda che "nella legge di stabilità 2021, la Giunta regionale del Lazio ha accolto un emendamento, presentato dalla Lega, per uno studio dell'inquinamento dei terreni e una bonifica di quelli su cui sono stati effettuati gli sversamenti di compost non conforme finiti al centro dell'inchiesta della DDA di Roma". E aggiunge: "La bonifica sarebbe una risposta concreta, almeno questo è lo spirito dell'emendamento, per i cittadini, delusi e abbandonati in questi anni, attraverso un'azione risolutiva da parte delle istituzioni".
Nella ricostruzione cronologica, viene dato spazio anche all'ultima vicenda che ha riguardato Sep: un rogo, probabilmente di matrice dolosa, che ha pesantemente danneggiato parte della struttura determinando, di fatto, uno stop temporaneo in attesa del ripristino delle condizioni di sicurezza e del rilascio delle varie certificazioni da acquisire da parte dell'azienda, attualmente sotto amministrazione giudiziaria.
In conclusione, ripercorse varie tappe della storia recente dell'impianto, il consigliere regionale ha presentato la mozione tesa a impegnare la Giunta regionale a mettere in campo l'iter per revocare le autorizzazioni integrate ambientali di Sep e Sogerit, dando altresì mandato agli uffici competenti di garantire la bonifica dei terreni agricoli dal compost fuori specifica. La parola, ora, passerà al Consiglio Regionale.
"I presidenti Zingaretti e Medici, compresa la filiera dei sindaci del Pd, hanno taciuto a lungo sul disastro Sep, le cui vicissitudini sono ormai il simbolo delle politiche dei rifiuti a suon di silenzi di fronte ad atti regionali favorevoli rispetto ai miasmi e agli sversamenti. Sia stralciata l'autorizzazione integrata ambientale - dice Tripodi - e sia garantita la bonifica dei terreni inquinati, non c'è altro da aggiungere per riavvicinare i cittadini alle istituzioni".