La Link torna in città con il servizio di noleggio dei monopattini, dopo la temporanea sospensione decisa a giugno a causa dei tanti atti di vandalismo e delle tentate frodi con account fake. Da oggi alle ore 16.00 una flotta di 100 monopattini sarà di nuovo disponibile per l'utilizzo in sharing ad Aprilia, grazie ad alcune novità (come il potenziamento del sistema di serraggio per la sicurezza) che è stato illutrasto questa mattina dall'assessore ai Trasporti Luana Caporaso e da Matteo Ribaldi, Public Affairs and Business Devolopment manager di Link. Il costruttivo dialogo con l'amministrazione ha consentito all'azienda di accogliere le richieste  del Comune per offrire un monopattino integrato con nuovi algoritmi, una Geofence aggiornata  e su misura per la città che andrà a coprire fino 6,5 km² di superficie, un Gps con sistema di  tracking più preciso e frequente ed un sistema di serraggio per vani batterie anti-vandalismo ed anti-intemperie. Infine, la compagnia ha garantito un nuovo sistema di Slow Riding Zone,  limitando così la velocità in alcune zone del reticolato urbano "Puntiamo molto su Aprilia è se abbiamo deciso di sospendere - spiega Matteo Ribaldi -  è stato per prenderci qualche mese di tempo per fare una ricognizione del servizio e dei mezzi, per cercare di capire come implementare in maniera più effica il servizio sharing. Torniamo oggi alle ore 16.00 con una flotta potenziata, il modello di mezzo è sempre lo stesso ma ci saranno piccole modifiche tra cui un sistema di serraggio per evitare il furto della batteria e atti di vandalismo. Non facciamo solo un ragionamento economico, lo dimostra il fatto che stiamo tornando ora e non in primavera quando il servizio di noleggio è sicuramente più utilizzato, perché i numeri ci dimostrano che l'utilizzo del monopattino è sempre meno ludico e sempre più per spostamenti casa-lavoro, tra le ore 8 e le 10 di mattina oppure dopo le ore 17. Oltre a questo miglioramento ci adegueremo alle normative normative che entreranno in vigore a metà novembre: la foto del parcheggio a fine corsa al momento del rilascio del monopattino (che già adottavamo), e la riduzione della velocità da da 25 a 20 km/h. Inoltre cercheremo di collaborare a un programma di formazione con il Miur, un progetto a 360 gradi con Legambiente, Aci e il benestare della Polizia Stradale che non tratterà silo di monopattini".

L'idea della società e del Comune di Aprilia è infatti quello di realizzare dei corsi di formazione negli istituti superiori per educare i giovani al corretto utilizzo del mezzo. "La Link a giugno ha chiesto di sospendere il servizio perché si è accorta di un mal utilizzo dei monopattini, un problema riscontrato anche da noi e della polizia locale. Una scelta lungimirante visto che oggi tornano con alcune correzioni. La novità più interessante - afferma l'assessore ai Lavori Pubblici con delega ai Trasporti, Luana Caporaso - riguarda questi corsi di formazione e impegnerò personalmente per promuovere la partecipazione degli studenti del liceo Meucci e l'istituto Rosselli a questa iniziativa del Miur. I ragazzi devono capire che il monopattino non è gioco, ma un mezzo di micro mobilità utile per spostarsi in centro e per raggiungere più velocemente un punto, non certo un divertimento. I corsi possono essere utili, soprattutto perché gli stessi giovani tornando a casa potranno raccontare alla famiglia la loro esperienza, in modo che anche i genitori recepiscano i pericoli di affidare un mezzo ai minori, a volta addirittura ai 12enni, dandogli la loro carta di credito per attivare il servizio".