"Sono circa 11.5 i milioni di euro persi a causa dell'impreparazione dell'amministrazione Coletta, la quale – ancora una volta – si è resa protagonista di un modus operandi al ribasso". Lo affermano in una nota i Consiglieri Comunali Dino Iavarone, Renzo Scalco e Mario Faticoni.

"Non è un segreto che al momento in Comune manchino due assessori, che la posizione del Segretario Generale – dopo l'addio della Iovinella – sia vacante e che le commissioni siano ancora bloccate: una situazione francamente inaccettabile. Con una struttura al completo si sarebbe potuto raggiungere il 100% di questi fondi erogati dal governo nazionale per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, mentre adesso bisognerà accontentarsi solamente del 40%; e pensare che fino a qualche giorno fa dal Comune sbandieravano di come fossero riusciti ad ottenere quasi 9 milioni di euro di finanziamenti!


La realtà dei fatti è che senza questa situazione di stallo il Comune di Latina avrebbe avuto la possibilità di richiedere contributi per complessivi 20 milioni di euro: tuttavia, l'amministrazione si è di fatto negata l'accesso alla totalità del contributo, con una perdita di circa 11.5 milioni completamente dovuta all'incapacità di ottenere tali risorse erogate dal governo nazionale. Sono passati più di cinque anni ma qui sembra di essere di nuovo punti a capo: tutto rimane fermo e si continuano a mancare opportunità di cui beneficerebbe l'intera città".