I lavori al teatro D'Annunzio sono come gli esami nella commedia di Eduardo De Filippo. Non finiscono mai. Siamo nel 2022 e un nuovo intoppo si è messo sulla strada già impervia e costellata di ostacoli della messa in sicurezza ai fini dell'anti incendio del nostro teatro di punta, chiuso a periodo alterni ormai da sei anni e in pianta stabile da novembre 2018 quando l'assessore alla cultura di allora, Silvio Di Francia dovette annunciarne la chiusura a fronte di nuove prescrizioni dei vigili del fuoco e di una manutenzione straordinaria che non era conciliabile con gli spettacoli. Secondo quanto contenuto nella determina n.2263 del 21 dicembre a firma della dirigente del servizio Decoro Micol Ayuso, si è resa necessaria una nuova perizia di variante al nuovo progetto di adeguamento tecnico e funzionale che era stato deciso per rimettere a posto il controsoffitto della struttura. Dal verbale di consegna lavori della ditta Songeo a giugno 2021 era infatti emerso che si erano verificate circostanze impreviste ed imprevedibili in fase progettuale (verrebbe da dire, l'ennesimo imprevisto) «le quali – si legge nell'atto - hanno comportato l'impossibilità di garantire le condizioni minime di sicurezza e conseguentemente la sostituzione della struttura del controsoffitto della sala con una nuova certificata anti sfondellamento, con caratteristiche REI 60 che determinano un miglioramento in termini di sicurezza e qualità degli ambienti». Ma non era solo questo l'intoppo: dopo il sopralluogo effettuato dai Vigili del Fuoco di Latina il 21 ottobre scorso, è stata indicata alla ditta la necessità di effettuare nuove lavorazioni, ovvero «una compartimentazione del sottopalco con il corridoio di accesso, e per ottimizzare la struttura oggetto di appalto, la realizzazione di un'opera di miglioria della visibilità della prima fila della galleria e la realizzazione di un parapetto in vetro posto lungo il perimetro della pedana in legno, la sistemazione degli ultimi tre gradini delle due scale di esodo esterne e di aumentare la superficie in legno trattata con idoneo preparato sintetico ignifugo».