Continua, senza sosta, l'attività di controllo e vigilanza dell'Azienda per i Beni Comuni di Latina e del Comune di Latina in materia di contrasto al fenomeno dell'abbandono indiscriminato di rifiuti e della mancata differenziazione.

L'attenzione si è concentrata su alcune aree critiche del territorio comunale. Intensificati i controlli in Viale Le Corbusier, di fronte all'ex Istituto Sani, una zona interessata da continui abbandoni e depositi incontrollati di rifiuti che necessitano il continuo e massiccio intervento degli operatori di ABC. L'area è stata sottoposta a un monitoraggio costante, con centinaia di controlli effettuati e una collaterale attività di sensibilizzazione. Nelle ultime due settimane, gli Ispettori Ambientali hanno elevato oltre venti verbali per il conferimento di rifiuti non differenziati. Le sanzioni nei confronti di persone colte in flagranza di reato, hanno interessato principalmente utenti di altri Comuni e cittadini residenti in zone servite dal nuovo "porta a porta" che conferiscono in questa area in cui è operativo il vecchio sistema di raccolta con la presenza dei cassonetti stradali. In tutti i casi è scattata una sanzione per un importo pari a 300 euro, come previsto dal vigente regolamento di Polizia Urbana.

Inoltre, è stato potenziato il sistema di video sorveglianza con l'utilizzo di una fototrappola fissa installata a Borgo Bainsizza, strada Monfalcone. In totale, le fototrappole operative sul territorio comunale sono tre fisse e una itinerante.

«Si invita la cittadinanza alla massima collaborazione per il rispetto e la tutela dell'ambiente, del decoro urbano e della salute collettiva - ha dichiarato il direttore generale ABC, Silvio Ascoli - A tal fine, ricordiamo che sono operativi i Centri di Raccolta di Via Bassianese e di Via Massaro, e le Isole Ecologiche Itineranti il cui calendario è consultabile sul sito aziendale www.abclatina.it»