Nasce a Latina il Consorzio Horeca, formato da imprenditori operanti nei settori  hotel, ristoranti, trattorie, pizzerie, bar e simili, catering. Un progetto promosso dal ristoratore di Latina Italo Di Cocco per dare la possibilità ai consorziati di avere una maggior forza contrattuale e la condivisione di fornitori per il proprio settore di competenza. Ma anche per essere una realtà più riconoscibile nel panorama economico e sociale di Latina e della sua Provincia. Nel neonato Consorzio è bandita la partecipazione di associazioni di categoria. Così come è vietato, ai componenti, fare attività di partito. Sono possibili solo attività economiche a favore dei soci consorziati. Inoltre i promotori (presidente, consiglio, segreteria) non percepiranno compensi ma avranno gli stessi benefici di tutti gli altri soci. "Da parte mia, a chi chiede perché Italo Di Cocco è spinto a fare questo passo, rispondo: perché dopo 35 anni di attività sindacale, tra le altre cose sono stato membro di giunta Fipe Confcommercio nazionale, dove dovevo pensare a fare soci a favore della sigla che rappresentavo, senza pensare cosa la stessa offriva agli iscritti, con il consorzio possiamo stare tutti alla pari", afferma il ristoratore pontino che ha lasciato, nei giorni scorsi, tutte le cariche nelle associazioni di categoria di cui faceva parte per dedicarsi anima e corpo al progetto Horeca.

"Abbiamo l'ambizione di diventare un punto di riferimento per tutto il settore e soprattutto contiamo di diventare interlocutore con gli enti locali. Non possiamo nascondere che l'attuale situazione in cui versano ristoranti, alberghi, pubblici esercizi sia drammatica. Agli effetti della pandemia Covid si stanno aggiungendo quelli della crisi economica creata dall'aumento dei prezzi delle materie prime. Per questo ci faremo promotori di un confronto con le amministrazioni locali affinché ci siano sgravi sulle tasse e imposte di competenza per chi fa la nostra attività. Qui bisogna salvare un intero settore, che dà lavoro a migliaia di persone".

Il Consorzio Horeca Latina lavorerà anche per creare nuove figure professionali, capaci e preparate. "Tra i nostri obiettivi – spiega Italo Di Cocco – c'è quello di costruire un servizio di formazione per le figure professionali da impiegare. Corsi di formazione per barman, ad esempio. O per i camerieri. Il tutto sempre sfruttando la forza del Consorzio, di questa grande rete di professionisti che stiamo creando. Uno dei miei ‘pallini' è quello di creare figure di barman che si specializzino in cocktail analcolici, perché dobbiamo anche essere bravi a creare le tendenze nei nostri locali e farlo puntando sulla salute è assolutamente una priorità per tutti noi".