Dal produttore al consumatore. Uno slogan creato ad hoc per descrivere quello che avviene in via Don Minzoni, dove ieri è stato inaugurato il nuovo mercato di Campagna Amica della Coldiretti, che a partire dalla prossima settimana sarà aperto al pubblico non più soltanto il mercoledì, ma anche il sabato, sempre di mattina, dalle 8 alle 14, con l'obiettivo di rafforzare il rapporto diretto e di fiducia tra gli agricoltori e i consumatori. Insomma Campagna Amica raddoppia e lo fa con un obiettivo ben preciso, ovvero «offrire alla popolazione i migliori prodotti locali in un mercato ristrutturato, dotato anche di una cucina che ci permetterà di allestire degli aperitivi - ha sottolineato il direttore della Coldiretti provinciale Carlo Picchi - Il nostro intento è anche quello di aiutare le attività del territorio che, a causa dello spropositato aumento di tutti i costi di produzione in ogni settore, sono sprofondate in una crisi senza fine - ha aggiunto Picchi - Acquistare in questo mercato significa non solo portarsi a casa prodotti genuini e di primissima scelta, ma anche dare il proprio contributo alla riprese delle attività della zona».


All'interno del mercato Campagna Amica si trovano prodotti tipici locali che rappresentano un'eccellenza del territorio: frutta, verdura, carne, pesce, pane, formaggi, e ogni tipo di latticino. Ma anche vino e birra. Insomma ce n'è per tutte le esigenze, all'insegna della sana alimentazione.

All'inaugurazione svolta ieri mattina hanno voluto partecipare in tanti, oltre naturalmente ai vertici dell'associazione degli agricoltori e al presidente di Confcommercio. C'era il sindaco di Latina Damiano Coletta, europarlamentari, molti consiglieri regionali, tutti immortalati al momento del taglio del nastro.
«Latina è l'anima della produzione agricola a livello regionale - ha rimarcato il presidente Coldiretti Lazio, David Granieri - Non a caso è il primo Pil agricolo dell'intera regione. Questo nuovo mercato, che contribuirà ad avvicinare i consumatori ai produttori, rappresenta un importantissimo risultato in ambito territoriale».

Un primato agricolo, quello pontino, che ha delle basi precise e consolidate. «Nel nostro territorio riusciamo a sviluppare produzioni che in determinati periodi dell'anno sono assenti nel resto del Paese - ha precisato il presidente della Coldiretti provinciale, Denis Carnello - Quindi riusciamo a coprire fasce di mercato che altrimenti sarebbero scoperte; come per esempio con il cocomero precoce ad aprile, la zucchina nel periodo invernale, il pomodoro tutto l'anno. In questo modo aggrediamo i mercati nazionali in precisi periodi dell'anno che altrimenti sarebbero presi d'assalto dai mercati esteri. Sicuramente il clima che abbiamo è un fattore determinante per ottenere risultati, ma aggiungerei anche le capacità imprenditoriali e le continue innovazioni che vengono apportate grazie alla diversificazione delle tradizioni, le differenti mentalità permettono di unire diverse metodologie di produzione. C'è chi introduce nuove colture, chi riesce a sfruttare meglio il terreno: insieme si cerca di combattere la crisi determinata da aumenti spropositati in tutti i settori».

All'inaugurazione del nuovo mercato di Campagna Amica era presente anche il presidente di Confcommercio Lazio Sud (Latina e Frosinone), Giovanni Acampora che si è intrattenuto parlando a lungo con i vertici della Coldiretti. «L'associazione degli agricoltori è parte integrante del sistema camerale, in un momento di crisi com'è quello attuale è importante avere associazioni che si adoperino per fare attività sul territorio a favore delle imprese, ma anche a vantaggio del consumatore. Questo mercato racchiude tutto ciò - ha sottolineato Acampora - E la Camera di Commercio accorpata nasce in questa ottica: assistere associazioni e imprese in un momento difficile ma caratterizzato da grande vitalità e desiderio di innovazione».