La città di Aprilia celebra gli 80 anni di Dino Massarenti con una reunion tra gli artisti storici del territorio, l'amministrazione comunale e l'Arma dei carabinieri. Ieri l'aula consiliare è stata aperta per un compleanno speciale, di uno dei primi nativi apriliani. Dino Massarenti, per tutti "Il Maestro", è infatti nato ad Aprilia il 21 marzo 1942 e in questi decenni si è fatto conoscere anche a livello nazionale sia per la sua attività di cartellonistica pubblicitaria (con la Nuova Pubblicità) che per le due doti di famoso acquarellista. Un'attitudine naturale rivelata fin da giovane, che lo portò a frequentare l'istituto di Stato di Grafica e Pubblicità. Dal 1960 ha poi iniziato la professione di cartellonista, mantenendo integro l'interesse per il disegno e per la pittura, oltre ad essere una delle colonne del Carnevale Apriliano. Un'eccellenza sia nel campo commerciale che artistico degnamente celebrato dal Comune. Ad omaggiarlo oltre al comandante dei carabinieri del reparto territoriale, il tenente colonnello Paolo Guida (Massarenti negli anni ha svolto diversi lavori anche per la caserma di via Tiberio) sono stati chiamati in aula consiliare gli altri tre maestri storici della città: Claudio Cottiga, Antonio De Waure e Massimiliano Drisaldi, amici di lunga data di Dino, che l'amministrazione comunale ha deciso di omaggiare con un progetto. «Il compleanno di Dino - ha spiegato l'assessore alla Cultura, Gianluca Fanucci - vuole essere soprattutto l'occasione per presentare un progetto che riguarderà la biblioteca. A breve, appena termineranno i lavori di ristrutturazione, abbiamo intenzione di organizzare quattro mostre personale per ogni artista, per omaggiare queste figure che tanto hanno dato alla città». Un'idea condivisa dal sindaco Antonio Terra, che ha rilanciato chiedendo un supporto creativo per il Pinqua. «Sarebbe bello - spiega il primo cittadino - se questi artisti realizzassero delle opere per gli spazi pubblici che andremo a riqualificare con il finanziamento».