Una giornata ecologica finalizzata a rendere le periferie della città un ambiente più pulito e vivibile, ma soprattutto per sensibilizzare la popolazione sull'importanza di preservare l'ambiente e la città da incuria e degrado. Dopo il successo dei primi eventi organizzati in collaborazione con il Comune di Aprilia e che hanno subito una battuta di arresto a causa delle restrizioni legati alla pandemia di Covid-19, i ragazzi del collettivo di Aprilia ecologica ripartono dalla periferia per proseguire l'attività di sensibilizzazione della comunità apriliana su tematiche ambientali di forte attualità, quali il corretto smaltimento dei rifiuti e l'importanza della raccolta differenziata, attraverso la sua partecipazione ad eventi di raccolta dei rifiuti nel comune di Aprilia.
Ieri i ragazzi si sono dati appuntamento in via Tufello, ripartendo dagli stessi obiettivi perseguiti in occasione degli eventi già svolti nei mesi passati. Alla giornata ecologica hanno preso parte circa trenta volontari di ogni età oltre a diversi enti e associazioni che hanno offerto il proprio contributo, quali, Progetto Ambiente SpA, Riforestiamo, Fioreria Flò, Eurpack SpA, Aprilia Commercio, Virtus Basket Aprilia, Comitato di Quartiere Selciatella CdQ borghi rurali, Comitato di quartiere di Campoleone, Giovani della Crocerossa Aprilia. Una sfida particolarmente impegnativa, quella affrontata dal collettivo che nei mesi passati si era cimentato con giornate ecologiche improntate sulla pulizia del verde nel centro. Questa volta i giovani sono intervenuti invece in una delle zone periferiche più colpite dal fenomeno dell'abbandono dei rifiuti in strada.  «Aprilia EcoLogica – spiega il collettivo- è orgogliosa di riaprire il ciclo di eventi 2022 con una tappa più complessa delle altre, riscontrando lo stesso caloroso benvenuto da parte dei comitati locali. Un ringraziamento doveroso anche all'amministrazione comunale che continua a sostenere l'attivismo dei giovani».