Passi avanti decisivi per la consegna del nuovo auditorium nel quartiere Toscanini, un'opera attesa da tempo ma che ha subito diversi ritardi negli ultimi anni. Ieri mattina il sindaco Antonio Terra e gli assessori della sua giunta hanno eseguito un sopralluogo nella struttura di via Marsica, un complesso polivalente di 1200 metri quadrati realizzato come opera di compensazione della convenzione urbanistica "Trasolini". E nel corso del sopralluogo sono arrivate anche delle indicazioni positive rispetto ai tempi di consegna dell'opera. «I costruttori ci hanno comunicato che la struttura sarà consegnata entro l'estate. Da quel momento - spiega l'assessore ai Lavori Pubblici, Luana Caporaso - ci dedicheremo alla fase degli allestimenti interni e degli arredamenti, che finanzieremo con 360 mila euro della rigenerazione urbana. Si tratta di un'opera storica per la città, dedicata alla musica, agli spettacoli ed alle attività di questo genere. Contiamo di consegnare alla città i locali completati entro la fine dell'anno».

L'auspicio è che l'annuncio dell'amministrazione comunale stavolta sia corrispondente alla real tà, perché più volte negli anni scorsi la maggioranza civica aveva assicurato l'imminente chiusura dei lavori. Il sindaco Terra già nel 2018 parlava di: «auditorium quasi pronto» ma a distanza di quattro anni il taglio del nastro appare ancora distante. Certo, la pandemia e le misure di contenimento del Covid-19 hanno rallentato i lavori per le opere pubbliche ma indubbiamente anche altri fattori hanno influito sullo slittamento della consegna. L'auditorium avrà 250 posti e sarà dedicato, grazie alla particolare acustica, alle attività artistiche delle associazioni, delle compagnie teatrali e dei gruppi musicali. La pianta della struttura è divisa in quattro blocchi: il primo dedicato all'auditorium e comprensivo di spogliatoi, il secondo invece sarà appannaggio del Coc (Centro operativo comunale) che in quello spazio potrà coordinare le attività di protezione civile; infine il terzo ed il quarto blocco saranno a uso delle associazioni e dei gruppi artistici. «Nella realizzazione della struttura - continua l'assessore Caporaso - sono state utilizzati accorgimenti tali da rendere la sala adeguata all'ascolto di concerti, eventi e spettacoli musicali».