«Quello che è accaduto con i fondi persi per le quattro scuole è un fatto grave di cui mi assumo le responsabilità, una ferita importante e intendo metterci la faccia, mi sto attivando per recuperare quelle somme in un altro modo e con altri progetti». Così ieri il sindaco Coletta, apparso in difficoltà, ha esordito nella conferenza stampa nella quale si è difeso e ha prodotto un primo bilancio di questi sei mesi di governo. Intanto emerge che un altro finanziamento regionale del 2015, di 1,5 milioni di euro, è stato revocato nel 2019. Avrebbe consentito di rimettere in sicurezza altre tre scuole, la De Amicis e quelle di via Pasubio e via Milazzo, e di effettuare interventi di efficientamento energetico in alcuni plessi.