L'ultimo disservizio ha smascherato una volta per tutte la superbia che anima l'attuale gestione del Comune di Latina. L'occasione è arrivata con lo scandalo dei lampioni accesi di giorno sul lungomare, affrontata dal nostro giornale con un articolo pubblicato il 5 aprile in seguito all'ennesima segnalazione pervenuta dai lettori: l'ente locale non si è degnato di chiarire la vicenda, perché evidentemente l'opinione pubblica strettamente latinense non meritava tanto rispetto, dovuto invece quando la figuraccia ha raggiunto proporzioni nazionali, attraverso un servizio andato in onda la sera di lunedì 19 aprile su Rete 4. Replicando al reportage di Mediaset, gli anonimi amministratori che si celano dietro la nota dell'ufficio stampa del Comune hanno confermato di avere a cuore le tematiche ambientali solo all'occorrenza, ma soprattutto di essere ormai più attenti alle faccende politiche piuttosto che al buon funzionamento della macchina amministrativa.
La spiegazione fornita dal Comune di Latina rasenta il grottesco, perché conferma la circostanza trapelata ormai da qualche settimana: «l'accensione delle luci sul lungomare di Latina anche nelle ore diurne è causata da un problema di natura tecnica che provoca un conflitto tra l'impianto della pubblica illuminazione e quello della videosorveglianza. Nonostante siano stati effettuati già diversi interventi, il problema non è stato ancora risolto» si legge nella nota dell'ente locale. In sostanza per tenere in funzione le telecamere è necessario accendere anche le luci perché l'impianto elettrico è unico per entrambi i sistemi. Come al solito dalle parti di piazza del Popolo cercano di scaricare le colpe su chi li ha preceduti, ricordando che il problema è legato all'impianto realizzato con i fondi Plus ormai una decina di anni fa.
Eppure lo scandalo è attualissimo e non solo perché negli ultimi sei anni il problema dei lampioni non è stato risolto. C'è da dire infatti che le telecamere del lungomare non funzionano, ovvero non sono collegate alla centrale operativa della Polizia Locale a differenza delle altre dislocate sul territorio cittadino e non sono ancora state inserite nella recente opera di implementazione della video sorveglianza, a meno che non siano state aggiunge proprio in questi giorni a nostra insaputa. Quindi se le telecamere non funzionano (lo testimoniano diverse occasioni in cui le forze di polizia hanno chiesto le riprese per questioni diverse e non le hanno ricevute) è doveroso chiedersi per quale ragione l'impianto di illuminazione del lungomare deve restare acceso di giorno con lo scopo dichiarato di mantenere in funzione la video sorveglianza a essa collegata che appunto è inutilizzata.