Un vero e proprio piano d'impatto sul digitale. È quanto presentato questa mattina presso la Camera di Commercio di Latina dall'assessore regionale Roberta Lombardi. La quale, inoltre, ha anche annunciato che a breve sarà firmato un protocollo d'intesa con Unindustria per la formazione accelerata di neodiplomati in materie digitali. Sì perché questo è uno dei problemi maggiori che hanno le aziende, ossia trovare personale adeguato alle nuove necessità. Ieri ha confermato questa difficoltà anche il presidente della Camera di Commercio Frosinone-Latina Giovanni Acampora.

L'annuncio di Lombardi è arrivato oggi a Latina durante l'evento di presentazione della nuova Agenda Digitale regionale 2022-2026 alle imprese del territorio. 

Focus sui fondi Ue 2021-2027 disponibili: un miliardo di fondi FSE per imprese e giovani, oltre ai 105 milioni per digitalizzazione imprese e PA e altri circa 300 milioni complessivi in cui possono rientrare le azioni delle 5 macroaree strategiche dell'Agenda Digitale.  Fino al prossimo 10 maggio la consultazione pubblica on line sul sito https://agendadigitalelazio. lazioinnova.it/

 

"Attraverso un'interlocuzione con Unindustria Digital, di concerto con l'assessore Di Berardino, come Regione Lazio stiamo predisponendo un Protocollo per istituire un iter di formazione accelerata per neodiplomati tramite un apprendistato per lo sviluppo delle competenze digitali. Un percorso di sei mesi di formazione on the job finalizzato all'assunzione che prevede una premialità per quelle imprese che assumeranno i ragazzi formati. Una misura che ci piace molto soprattutto per la forte corresponsabilizzazione del mondo imprenditoriale, della formazione e delle Istituzioni". Lo ha annunciato Roberta Lombardi, assessora alla Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale della Regione Lazio, durante l'incontro di presentazione della nuova Agenda Digitale regionale 2022-2026 alle imprese del territorio, svoltosi oggi a Latina presso la sede della Camera di Commercio Frosinone Latina.

 

L'assessore Lombardi ha poi ricordato le opportunità di finanziamento per la digitalizzazione del Lazio, ovvero "un miliardo di fondi FSE, inclusa la quota di cofinanziamento nazionale, in cui possono rientrare progetti di digitalizzazione di imprese e giovani, 105 milioni di fondi FESR per la trasformazione digitale di imprese e Pubblica Amministrazione e circa 300 milioni complessivi in cui possono rientrare le azioni delle 5 macro aree strategiche della nuova Agenda Digitale regionale: Infrastrutture abilitanti, Cybersecurity, Cultura digitale e competenze digitali delle persone, Accessibilità alla tecnologia, Design dei servizi e delle relazioni, fruibilità dei servizi e semplificazione dei processi".

 

Con l'evento di Latina si conclude il ciclo di incontri nelle province del Lazio, svoltosi in concomitanza con la consultazione pubblica on line, in corso fino al prossimo 10 maggio sul sito web https://agendadigitalelazio. lazioinnova.it/, per raccogliere i contributi di cittadini, imprese ed Enti locali sul nuovo documento. Nelle prossime settimane si svolgeranno nuovi appuntamenti a Roma, che saranno occasione di ulteriori approfondimenti.