Nella mattinata di domenica . si è tenuta, presso il Comune di Ventotene, una riunione del tavolo tecnico prefettizio costituito per il coordinamento di tutte le Amministrazioni territoriali interessate dal progetto di recupero e valorizzazione del carcere di Santo Stefano e per la semplificazione delle attività autorizzatorie relative ai lavori di ristrutturazione. All'incontro, presieduto dal Prefetto Maurizio Falco, hanno preso parte la Commissaria straordinaria del governo Onorevole Silvia Costa con il Suo staff, la Commissaria Prefettizia Monica Perna e i Vertici provinciali delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco e della Capitaneria di Porto. Nel corso della riunione è stata effettuata una disamina approfondita dei provvedimenti necessari a garantire la massima sicurezza sull'isola e delle necessarie misure di prevenzione dal punto di vista dell'antincendio.

E' stata, altresì, esaminata la bozza di un Protocollo di legalità tra la Prefettura e Invitalia (soggetto attuatore) per le verifiche antimafia sugli appalti e i subappalti e sugli affidamenti legati agli interventi previsti dal progetto in un'ottica di garanzia della trasparenza e delle legalità e di prevenzione di ogni forma di illegalità.

L'onorevole Costa sottolineando la rilevanza nazionale ed europea del Progetto di recupero a lei affidato per una Scuola di Alti Pensieri, intitolata a David Sassoli, ha illustrato lo stato di avanzamento del progetto e l'utilità di un Tavolo tecnico, da Lei voluto insieme al prefetto, che affianchi l'opera per le esigenze di coordinamento, semplificazione delle procedure amministrative, legalità, trasparenza e sicurezza. Ora si potrà anche partire l'esecuzione dei rilievi architettonici di dettaglio necessari per la progettazione esecutiva dell'intero complesso dell'ex Carcere che sarà avviata al termine dell'aggiudicazione definitiva del Concorso di progettazione, anch'esso giunto alle battute finali. Dopo la definizione della graduatoria dei concorrenti da parte della Commissione di gara Invitalia sta infatti procedendo alle verifiche dei requisiti da parte dei concorrenti per procedere con l'aggiudicazione.

Tutto questo avviene all'indomani del riconoscimento del marchio del Patrimonio europeo a Ventotene e al Manifesto e a poche settimane dalla risoluzione presentata dall'europarlamentare Domenec Ruiz Deveza che, insieme all'onorevole De Meo, ha proposto di inserire Santo Stefano e Ventotene come luoghi di riferimento per la costruzione dell'educazione civica europea, nella settimana scandita dalle celebrazioni per la festa dell'Europa che si terranno a Ventotene, dall'8 fino a venerdì.