Stanno per arrivare nelle scuole di Latina e provincia 4 milioni di euro dai Fondi del PNRR. Ad annunciarlo è la coordinatrice della Lega di Latina Professoressa Pina Cochi insieme all'Onorevole Claudio Durigon. Il ministero dell'istruzione grazie al Piano Nazionale di ripresa e resilienza in attuazione alla Linea di investimento 1.4 ha stanziato 4 milioni di euro per le scuole della provincia di Latina di ogni ordine e grado per contrastare la dispersione scolastica e ridurre i divari territoriali. I maggiori beneficiari risultano essere gli istituti tecnici e professionali delle scuole superiori di Latina quali il San Benedetto, il Vittorio Veneto, l'Einaudi-Mattei, il Galilei-Sani, il Marconi ma anche il Liceo Artistico Buonarroti ed il Manzoni. Tra gli istituti comprensivi rientra la scuola Don Milani. Si tratta, come spiegato recentemente dal Ministero, di uno degli assi portanti del Piano nazionale di ripresa e resilienza, che è ormai in piena fase operativa. I finanziamenti daranno la possibilità a ciascuna scuola di articolare dei piani d'intervento personalizzati, sulla base delle rispettive peculiarità sociali e territoriali. Ad esempio, potranno essere programmati l'incremento dei docenti in organico, sinergie con Istituzioni locali o con associazioni di volontariato, progetti di sostegno a studenti e famiglie, attività di orientamento.

A ciascuno istituto di scuola secondaria superiore, individuato rispetto a dati ISTAT per numero di alunni stranieri presenti e in situazione di fragilità di apprendimento e a rischio abbandono, è stata assegnata la somma di circa 200 mila euro. Gli obiettivi principali dell'azione sono il potenziamento delle competenze di base a partire dalla scuola primaria secondo un approccio di tipo preventivo dell'insuccesso scolastico e il contrasto alla dispersione in accordo con le risorse del territorio per il miglioramento dell'inclusione scolastica.
«L'auspicio- afferma Pina Cochi- è che le scuole beneficiare dei fondi, in sinergia con le comunità locali, riescano a valorizzarli al meglio affinché nessun alunno in situazione di difficoltà resti fuori dal circuito scolastico. L'impegno della lega a favore degli studenti delle studentesse che rappresentano il nostro futuro continuerà incessante in ogni concesso in cui è rappresentata».