Tutti diffidati i presidenti delle Province del Lazio al fine di ottemperare entro il 20 luglio prossimo alla individuazione dei siti in cui realizzare discariche e impianti per il trattamento dei rifiuti. Una decisione arrivata ieri a firma del direttore dell'area rifiuti Andrea Rafanelli, su input ovviamente del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e dell'assessore ai Rifiuti Massimiliano Valeriani. La decisione della Regione era nell'aria dopo l'incendio che ha distrutto il Tmb di Malagrotta. L'emergenza rifiuti è ormai evidente in particolare a Roma. Nell'Ato di Latina c'è la paradossale situazione di un commissario regionale che ha scelto i siti senza poi indicare cosa realizzare scaricando tutto di nuovo su chi era commissariato.