Un'iniziativa ormai tradizionale e avviata per mandare un messaggio di vitalità e dare respiro maggiore al commercio locale dopo due anni difficili, aggravati dai rincari e dal sempre più ridotto potere di acquisto delle famiglie. Torna la notte Bianca nella ztl a far da traino ai saldi e ad offrire occasioni serali di acquisto ai cittadini.

La manifestazione si terrà sabato 9 con negozi aperti fino a mezzanotte: i commercianti potranno organizzare dei piccoli eventi davanti ai negozi per arricchire l'evento, favorire il passeggio e rendere l'atmosfera più festosa.
Quest'anno poi la Notte Bianca non finisce qui e la seconda novità è che si replica l'onda lunga del clima di festa domenica 10 luglio: per l'occasione ci saranno negozi aperti fino alle 20 e 30 e un torneo di scacchi cittadino all'aperto in ztl (via Eugenio di Savoia) organizzato dall'associazione ‘Il Dragone degli scacchi'.

La partita simultanea sarà gratuita e aperta a tutti e sarà tenuta dal Maestro Olivier Tassi con inizio alle ore 19,30. Nella partita in simultanea il Maestro affronta in contemporanea molti avversari disposti sulle scacchiere messe in linea, un'occasione per tanti cittadini e curiosi di approcciare a questo sport della mente e assistere alle partite dal vivo. «Abbiamo scelto di posticipare la Notte Bianca di qualche giorno rispetto all'avvio dei saldi - spiega la presidente di Confesercenti Susanna Gloria - per allungare un pochino i tempi delle vendite a prezzi scontati e offrire occasioni di shopping serale sicuramente più congeniali con le alte temperature di questi giorni. E' un'occasione per rivitalizzare il settore e mettere in moto l'economia. Ma come è la situazione generale? «Siamo in lieve ripresa - spiega Gloria - soprattutto nel campo della cerimonia, un settore che ha fatto da traino risollevando l'andamento generale. Sono stati due anni complicati, inutile negarlo e rincari su tutti i livelli che ci sono stati hanno sicuramente pesato sulle famiglie che hanno eliminato spese superflue». La voglia di ripresa però si respira e lo spirito di iniziativa non manca. Questa infatti non sarà l'unica iniziativa di questo tipo, ma ne seguiranno altre perché i commercianti non vogliono restare fermi ma contribuire a creare sinergie e a rendere vivo il settore.
«Resta il rammarico perché gli eventi abbiamo dovuto finanziarli noi per attirare presenze e rendere la ztl uno spazio vivo per incontri ed eventi - spiega Gloria - per questo motivo auspichiamo un aiuto maggiore in futuro dall'amministrazione senza però mai sottrarci nel fare la nostra parte».

Oggi i commercianti, dopo periodi altalenanti sul fronte della coesione, sono più uniti che mai, consci che viaggiare nella stessa direzione è il presupposto per acquisire forza, credibilità e sostanza nelle richieste di settore all'amministrazione comunale. «Dobbiamo riprendere in mano la situazione - conclude Gloria - e riportare i cittadini in centro». Un centro divenuto isola pedonale in via sperimentale fino almeno a settembre che, al netto delle critiche e delle diversità di vedute, deve tornare ad essere il nucleo propulsore della città, un contenitore di cultura, eventi e opportunità. «Lavoreremo per questo» - conclude la presidente di Confesercenti.