"La situazione della raccolta dei rifiuti a Latina è sempre preoccupante e l'organizzazione lascia a desiderare. Per questo motivo torno a chiedere le dimissioni dell'intero consiglio di amministrazione dell'azienda speciale Abc". Lo afferma in una nota il portavoce comunale di Fratelli d'Italia Gianluca Di Cocco. "È necessario che la gestione della raccolta dei rifiuti porta a porta abbia una svolta ed è evidente come l'attuale management non sia in grado di darla. Più volte nelle commissioni e anche in Consiglio sono state sollevate le problematiche maggiori ed è stato fatto presente cosa non funziona. Eppure non abbiamo visto risultati.

A mano a mano che il porta a porta si avvicina al centro della città i disagi e i disservizi per i cittadini aumentano. In tanti lamentano ritardi nella raccolta dei mastelli, altri segnalano come siano stati tolti troppo presto i cassonetti stradali, senza assicurarsi che tutti i residenti della zona avessero ritirato i propri mastelli per la differenziata. Il risultato di questi errori e queste disattenzioni è sotto gli occhi di tutti: cassonetti ancora pieni di rifiuti, mastelli abbandonati sui marciapiedi, una città generalmente sporca e poco curata. E tutto questo nonostante il grandissimi impegno profuso dai dipendenti di Abc che ce la mettono tutta per pulire a dovere la città. Ma poco possono davanti alla scarsa pianificazione e alla pessima organizzazione di chi guida l'azienda.

Come ho più volte ribadito in Consiglio comunale e nelle commissioni ritengo sia doveroso imprimere un cambio di passo concreto alla gestione di Abc e questo non può che passare da un azzeramento del Consiglio di amministrazione e la nomina di nuovi manager, in grado di realizzare davvero una raccolta differenziata che funzioni e mantenga pulita la nostra città".