Nella settimana che si avvia a conclusione gli agenti della Questura di Latina hanno proseguito, con il consueto impegno, la loro opera di contrasto alla illegalità, in ogni sua forma, in tutto il territorio della provincia. Tale attività ha visto la proficua collaborazione della Polizia Stradale e del Reparto Prevenzione Crimine Lazio. Complessivamente sono stati conseguiti i seguenti risultati: i posti di controllo effettuati in tutta la provincia sono stati oltre 100 ed hanno consentito l'identificazione di oltre 1500 persone.

Sono stati inoltre controllati più di 630 veicoli e contestate oltre 230 infrazioni al Codice della Strada, 2 le autovetture poste in stato di fermo amministrativo per mancata revisione o mancanza di assicurazione obbligatoria; 17 i documenti ritirati, tra patenti e carte di circolazione. Sono stati inoltre quasi 60 gli extracomunitari controllati per la verifica dei titoli di soggiorno e della regolare posizione sul territorio nazionale. Si segnala inoltre il recupero di 2 autovetture di provenienza furtiva restituite ai legittimi proprietari.

Gli arresti sono stati due, di cui uno effettuato dagli agenti del Commissariato Distaccato di P.S. di Fondi in esecuzione di Ordinanza di misura cautelare personale agli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Latina a carico di una donna residente in provincia, per il reato di atti persecutori, estorsione e diffusione di riprese e registrazioni fraudolente. L'altro, eseguito dai poliziotti della Squadra Volante, dopo un intervento presso il mercato settimanale su richiesta di un venditore ambulante, il quale aveva riferito alla centrale operativa della Questura che stava subendo un'aggressione da parte di uno straniero armato di una grossa spranga di ferro. I poliziotti giunti sul posto immediatamente hanno bloccato ed arrestato un 24enne per i reati di resistenza e lesioni a P.U.

I soggetti deferiti in stato di libertà all'Autorità Giudiziaria, nell'arco della settimana, sono stati invece 13, per vari reati tra cui guida in stato di ebbrezza alcolica, guida con patente revocata, lesioni, maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, truffa, furto e minacce.