Sono state una delle falle più evidenziate dell'operato dell'amministrazione Coletta la perdita di 4 milioni di Finanziamenti BEI (Banca Europea per gli investimenti per la concessione di finanziamenti europei da destinarsi ad opere manutentive in due scuole dei Borghi (Mazzini e Prampolini) e in due della città (la primaria Giuseppe Giuliano e la media Corradini di Via Amaseno). Era fondi per adeguare la sicurezza di quattro tra I plessi più popolosi della città, ma il Ministero ne chiese la restituzione dei fondi per un totale di circa 850mila euro perché i lavori non sono stati mai effettuati. Oggi la buona notizia è che se non si realizzeranno più quei lavori da più di un milione di euro a scuola, si proverà ad ottenerne una parte per lavori di adeguamento anti sismico alla Corradini", alla "G. Giuliano" e alla "N. Prampolini",. Ci ha pensato il commissario Carmine Valente, insediato a luglio, con una delibera di giunta approvata ieri con i poteri commissariali. Il Comune parteciperà all'ammissione al finanziamento del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili nell'ambito del Fondo Progettazione per i Comuni, già istituito dalla legge di bilancio 2018 (comma 1079, legge 27 dicembre 2017, n. 205), e destinato a finanziare i progetti finalizzati alla messa in sicurezza degli edifici e delle strutture pubbliche e con destinazione d'uso pubblico. Il riferimento è il Decreto ministeriale 8862/2022 che prevede che i Comuni possono presentare accesso al fondo con unica domanda per un numero massimo di tre progetti, per un ammontare massimo per ciascun progetto di 100.000,00 euro, e in caso di affidamento contestuale, che possa essere essere finanziata la progettazione di fattibilità tecnica ed economica e definitiva oppure definitiva ed esecutiva. Sono ammissibili a finanziamento i progetti finalizzati all'adeguamento sismico degli edifici e delle strutture pubbliche con priorità a quelli ad uso scolastico. Il commissario in sostanza ha preso atto che la vigente programmazione dell'Ente, sia biennale degli acquisti di beni e servizi 2022-2023 che triennale dei lavori pubblici 2022-2024, comprende la progettazione e i lavori relativi proprio a questi edifici scolastici di proprietà comunale, Corradini, Giuliano e Prampolini, secondo un impegno che era stato espresso dall'amministrazione dopo la vicenda dei fondi persi. Di qui la delibera approvata ieri che demanda al dirigente del Servizio Lavori Pubblici e Progettazione Programmazione Europea la predisposizione di quanto necessario alla presentazione delle domande di ammissione al finanziamento statale entro il termine stabilito del 15 settembre 2022. Non è la stessa entità di fondi (100mila euro a scuola) ma è un inizio.