"Neanche qualche giorno dopo essere ritornato nel Palazzo del Comune, il Commissario Prefettizio è già costretto a porre rimedio all'ennesimo disastro lasciato in eredità alla città dall'ex sindaco Damiano Coletta e dalla sua amministrazione. È notizia di oggi, infatti, il suo tentativo di cercare di salvare il finanziamento milionario per il contratto di quartiere Nicolosi-Villaggio Trieste". Lo affermano in una nota gli esponenti del movimento Latina nel Cuore.

"La delibera n. 105 dell'11 maggio 2021 della giunta Coletta, infatti, non è stata ritenuta idonea dall'Amministrazione Regionale: a causa della mancanza di programmazione dell'ex sindaco e della sua amministrazione, pertanto, la nostra città rischia nuovamente di perdere un altro fondamentale finanziamento; l'ennesimo, dopo gli oltre 6 milioni per la messa in sicurezza e l'adeguamento sismico delle scuole andati in fumo a causa sua.

Parliamo di fondi assolutamente necessari per il progetto di riqualificazione dei quartieri Nicolosi e Villaggio Trieste, portati nelle casse comunali dall'amministrazione a guida Zaccheo – per un totale di circa 25 milioni di euro a fondo perduto, compresi quelli per il contratto di quartiere di Latina Scalo. Tuttavia, in oltre sei anni di governo, Coletta non è stato in grado di far partire i lavori: adesso, se il nuovo schema deliberato dal Commissario Valente non dovesse essere approvato, si andrebbe incontro alla revoca del finanziamento da parte del Comitato Paritetico, "con gravi ripercussioni sulla realizzazione delle opere già progettate".

L'ennesima, vergognosa catastrofe targata Coletta&Co, la cui amministrazione passerà alla storia per i numerosi finanziamenti persi e per aver lasciato sull'orlo del dissesto finanziario la nostra città".