Risorse del Pnrr per bonificare importanti aree ad Aprilia e Ventotene. Lo annuncia la sottosegretaria Ilaria Fontana, da poco rieletta deputata per il Movimento 5 Stelle nel collegio plurinominale che ricomprende anche Latina.

«Ho seguito in prima persona come Sottosegretaria il piano d'azione da 500 milioni di euro sui Siti Orfani (misura M2C4, investimento 3.4, del PNRR). Mi rende molto orgogliosa che l'adozione del provvedimento arriva con ben due mesi d'anticipo sulla scadenza concordata con l'Unione Europea, fissata per dicembre 2022» dichiara Ilaria Fontana, rieletta deputata del M5S, attuale Sottosegretaria.

«La misura è di diretta attuazione rispetto a quanto stabilito dal Piano di Ripresa e Resilienza (PNRR) che stanzia 500 milioni di euro per la bonifica di quei siti inquinati nei quali il responsabile della contaminazione non provvede ad attuare gli interventi di ripristino oppure sia risultato non reperibile».

«L'obiettivo ambientale della missione bonifiche nel PNRR è quello di ridurre di almeno il 70% la superficie di terreno occupata dai siti orfani, e con questo intervento verranno recuperati oltre 8 milioni di metri quadrati di suoli inquinati. Nel Lazio saranno 4 i siti orfani da bonificare per un totale di 38 milioni di euro, nello specifico l'ex discarica di Santa Apollonia ad Aprilia per 14 milioni di euro, l'area del Pascolaro a Graffignano per 13 milioni di euro, l'ex discarica di Selvelle-Costecalde ad Arpino per 7 milioni di euro e Punta dell'Arco a Ventotene per 4 milioni di euro. Si tratta di siti contaminati da idrocarburi e metalli pesanti, ex discariche ed ex inceneritori che saranno recuperati dallo stato di abbandono in cui si trovano oggi.È stato Sergio Costa a lavorare per creare questa nuova categoria giuridica, i siti orfani appunto, firmando un decreto ad hoc con 105 milioni a disposizione.Il raggiungimento di traguardi importanti come questo ricorda come il PNRR sia all'insegna della sostenibilità competitiva, prevedendo esplicitamente il rispetto del non arrecare danno significativo all'ambiente nella sua attuazione e destinando buona parte delle risorse a misure relative alla transizione ecologica. Saremo intransigenti e duri con io nuovo esecutivo perché nessuno può rimanere indietro, a partire dalla nostra Casa Comune».