Ammonta a 350 milioni di euro, il totale delle risorse finanziate per il 2023 dal Ministero dell'Interno, destinate agli enti locali per la spesa di progettazione definitiva ed esecutiva, relativa agli interventi di messa in sicurezza del territorio, delle scuole, degli edifici pubblici, delle strade e del patrimonio.
Sono 23 i progetti approvati in provincia, presentati da nove Comuni pontini, che avvieranno lavori per un totale di oltre 2,5 milioni di euro.
La fetta più grande del contributo la porta a casa il Comune di Cori: in paese arriveranno 800mila euro, che saranno suddivisi in interventi di messa in sicurezza dell'area di piazza San Michele, via dell'Unità, via del Pozzo e zone limitrofe (250mila euro); interventi di messa in sicurezza della viabilità a Giulianello (altri 250mila euro); completamento della messa in sicurezza del fosso della Catena, in via Madonna delle Grazie (300mila euro).
Segue il Comune di Pontinia, che ottiene 494.256 euro, così suddivisi: 152.256 euro per l'adeguamento della sezione idraulica sulla Migliara 48; 257.000 euro per il consolidamento dell'argine destro del fiume Ufente lungo l'omonima via; 85.000 euro per il recupero della scuola media Verga.
Altri 370.000 euro arriveranno a Spigno Saturnia per l'isola ecologica in località Santo Stefano e il miglioramento della raccolta differenziata (125.000 euro), l'efficientamento energetico degli edifici comunali (altri 125.000 euro) e la realizzazione della nuova scuola materna (120.000 euro).
Maenza porta a casa tre progetti, per un totale di 169.000 euro: si tratta del recupero di piazza Lepri e la scalinata Portella nel centro storico (45.380 euro), dell'adeguamento sismico della scuola Santa Reparata (78.792 euro) e l'efficientamento energetico degli impianti di illuminazione pubblica (45.618 euro).
Il capoluogo ottiene 30.700 euro, con il solo progetto relativo al recupero dell'accesso a Prossedi tramite la strada provinciale, mentre Roccagorga viene premiata con 310.353 euro per i lavori di demolizione e ricostruzione della piscina comunale (84.126 euro) e per la trasformazione di parte dei locali della scuola elementare di via Menta in alloggi di edilizia residenziale pubblica (226.227 euro).
Un solo progetto approvato anche per Campodimele, che ottiene 189.614 ero per la realizzazione della Comunità Energetica, così come San Felice Circe viene premiata con 57.294 per il solo rifacimento del muro e della scalinata in piazzale San Francesco e via Blanc. Infine, Rocca Massima fa tris con la manutenzione del monumento e delle aree circostanti (15.860 euro), l'abbattimento delle barriere architettoniche (30.662 euro) e la messa in sicurezza delle strade (39.894 euro), per un totale di 117.038 euro.