Il tradizionale Villaggio di Natale con le casette per la vendita di prodotti artigianali, la pista del ghiaccio e un trenino nella ztl. Nonostante un periodo natalizio che si preannuncia per le famiglie pieno di ristrettezze a causa della crisi energetica e dei rincari generalizzati, l'amministrazione in fase commissariale prova a garantire una parvenza di normalità e di festa e l'11 novembre il commissario straordinario del Comune di Latina Carmine Valente ha firmato una delibera contenente le linee di indirizzo per la realizzazione delle manifestazioni in piazza legate al Natale, nel periodo compreso tra il 1 dicembre 2022 e il 2 gennaio 2023. Anche quest'anno nell'area dell'isola personale verrà allestito il "Villaggio di Natale", con le tradizionali 28 casette di legno per la vendita e l'esposizione di prodotti alimentari e non, provenienti dal territorio pontino e preferibilmente di produzione artigianale. Tornerà anche la pista sul ghiaccio ma questa volta, come si legge nella delibera, i luoghi indicati saranno i parchi comunali: Falcone e Borsellino o il Parco San Marco. Nell'avviso si parla anche di eventuali ulteriori manufatti per attività ludico ricreative a tema natalizio finalizzate all'infanzia quali la Casetta di Babbo Natale e personaggio raffigurante Babbo Natale e tra le novità è previsto un trenino itinerante, con stazione in Piazza del Popolo e l'itinerario nelle strade della ztl.

«La selezione – si legge nell'avviso – si baserà sulla base di una graduatoria privilegiando i seguenti criteri di scelta delle iniziative proposte: qualità; originalità; approvvigionamento energetico eco sostenibile – proposta di utilizzo di sistemi di illuminazione del Villaggio e in particolare delle casette, creatività; provenienza territoriale dei prodotti/articoli privilegiando quelli tipici del territorio ed il Made in Italy; differenziazione nell'offerta tra le tipologie merceologiche. «La realizzazione di tutte le attività in programma – si legge nell'avviso - sarà a cura di soggetti esterni ai quali affidare la gestione, la titolarità e la responsabilità delle manifestazioni». La scorsa settimana il Comune ha discusso di questa proposta alla presenza della subcommissaria Monica Perna e dei tecnici del Suap con le associazioni di categoria e l'associazione Latina centro che raccoglie i negozianti del cuore della città. In questa occasione è stato spiegato che non ci sono i tempi e le possibilità per avvalersi anche quest'anno dell'utilizzo del maxi albero pieno di luci ormai divenuto tradizionale per la città, quello donato dall'imprenditore Giuseppe "Geppino" Esposito. Sotto questo profilo bisognerà probabilmente accontentarsi di un albero low cost come pure per le luminarie che per ragioni di costi vanno ridotte. I commercianti hanno fatto quadrato, disponibili a un sacrificio in più per illuminare le vie del centro e rendere comunque calda e accogliente l'atmosfera per le famiglie e i bambini. Compatibilmente con le ristrettezze di questo periodo i commercianti dell'associazione Latina Centro faranno il possibile per illuminare almeno la ztl.