Il concerto di musica classica per il Natale della città, la stagione teatrale di prosa con 5/6 spettacoli, la ripartenza del teatro ragazzi ma, quel che più conta, la rimessa in moto della grande macchina del palcoscenico del teatro D'Annunzio dopo sei anni di chiusura e dopo l'iter infinito per i lavori anti-incendio.

La data da ricordare per questo step è il 28 novembre, giorno in cui il commissario ha approvato con i poteri del consiglio la delibera numero 153/2022 di approvazione della programmazione del teatro D'Annunzio nella stagione di riapertura e in occasione del novantesimo anniversario di fondazione della città di Latina. L'amministrazione che ha tra i suoi obiettivi la valorizzazione culturale e turistica del proprio territorio, intende ricollegarsi al modus operandi del Comune prima della nota chiusura del Teatro, quando tradizionalmente coinvolgeva le realtà culturali del territorio quali associazioni, fondazioni, enti di spettacolo, singoli artisti, e vuole restituire alla città eventi come spettacoli teatrali, artistici, momenti di letteratura e Convegni «considerato – si legge nell'atto di Valente - il lungo lasso di tempo trascorso dall'ultima rappresentazione teatrale che occorre rilanciare l'offerta culturale nell'ambito del panorama cittadino e ricostruire un rapporto con il pubblico e la Comunità, assente da troppo tempo date le vicende legate alla chiusura del teatro». Il commissario riconosce anche che la programmazione della stagione teatrale che ci si accinge ad affrontare dopo circa sei anni di chiusura, «risulta ancor più attenzionata perché è un appuntamento fortemente atteso dalla città su cui sono riversate aspettative elevate per riportare il D'Annunzio protagonista di una nuova stagione turistico – culturale». Di qui l'elaborazione di una serie di proposte per offrire una programmazione culturale di qualità diretta a sostenere, tra l'altro, la diffusione del teatro d'arte e di tradizione: per questa ragione il Comune, ha valutato la proposta presentata il 18 novembre scorso dall'A.T.C.L. (Associazione Teatrale tra i Comuni del Lazio), di cui è socio, che prevede una programmazione teatrale ridotta da gennaio nella stagione della riapertura ed in occasione del novantesimo anniversario della Fondazione della città di Latina e la collaborazione per eventi di riapertura del 17-18 dicembre 2022 in occasione del natale della città. L'offerta approvata prevede sabato 17 dicembre un evento di piazza per festeggiare il Natale della Città dal titolo "Serata Party 90 Wonderland" con successivo spettacolo di fuochi d'artificio, domenica 18 dicembre un concerto per la città presso il Teatro D'Annunzio con la musica della Ensamble Symphonic Orchestra – "Alla scoperta di Morricone", e per la riapertura del Teatro comunale un cartellone di prosa con almeno 5/6 serate (prosa, danza, musica, intrattenimento) e la ripartenza della stagione Teatro ragazzi. L'Atcl si occuperà oltre che alla direzione artistica e tecnica della manifestazione del coordinamento della comunicazione mentre l'amministrazione metterà a disposizione Il Teatro G. D'Annunzio e tutti i servizi annessi, foyer, servizi e utenze comunali, promozione e pubblicità attraverso i canali istituzionali. La stagione teatrale e le manifestazioni per il Natale di Latina costeranno al Comune 70mila euro di cui 25mila saranno finanziati da un contributo per incentivare le attività produttive da parte della Camera di Commercio da 25mila euro. Un nuovo inizio in tempi stretti ma importantissimo per restituire al teatro un po' di lustro e di splendore dopo tanta assenza e tanta attesa da parte della città.