Dopo 62 anni di attività, va in pensione lo storico barbiere di Cori, Ettore Neri. A 72 anni, dopo aver tagliato barba e capelli a generazioni di coresi (prima a piazza Signina poi in via della Repubblica e da 20 anni in via San Nicola), potrà ora godersi un po' di libertà e la meritata pensione. Il sindaco di Cori, Mauro Primio De Lillis, e la delegata alle Attività Produttive, Annamaria Tebaldi, hanno voluto fargli visita nel suo salone per ringraziarlo di oltre mezzo secolo di lavoro, salutarlo ufficialmente a nome della comunità e consegnargli una targa in cui se ne ricorda "l'attività svolta con grande professionalità, amore e cura dei propri clienti. Con stima e gratitudine".

Ettore Neri ha iniziato a lavorare all'età di 9 anni - prima ovviamente come dipendente e poi, una volta cresciuto, come titolare del suo salone - talmente piccolo da dover salire su uno sgabello per arrivare a fare la barba ai clienti. "All'epoca – ricorda Ettore - si lavorava tutti i giorni, anche di domenica". Una passione quella per il suo lavoro, cui ha dedicato una vita intera, sempre con grande senso del rispetto e disponibilità verso il cliente, continuando anche adesso a presentare il suo servizio alle persone malate o ricoverate in ospedale. La tradizione, comunque, non si interrompe e già continua con il figlio Antonio, da tempo affermato parrucchiere per donne.